Maria Chiara Caruso aveva 24 anni
Maria Chiara Caruso aveva 24 anni

Ravenna, 2 agosto 2020 - Si chiamava Maria Chiara Caruso, aveva 24 anni e abitava a Lugo in via Mariotti l’automobilista che all’alba di ieri ha perso la vita schiantandosi contro il guardrail sull’A14 dir (foto).

Giovedì pomeriggio a Cotignola l’ultimo saluto a Chiara Maria

La giovane era alla guida di una ‘Lancia Y’ e, intorno alle 6, stava procedendo da Ravenna verso Lugo quando, giunta al chilometro 14, poco prima dello svincolo per Bagnacavallo, ha perso il controllo della vettura ed in pratica è morta sul colpo finendo contro la barriera a lato della carregiata. A richiedere l’intervento dei mezzi di soccorso sono stati alcuni automobilisti in transito.

Sul posto in pochi minuti è giunta un’ambulanza insieme al mezzo avanzato di soccorso con a bordo il medico rianimatore, ad una squadra dei Vigili del Fuoco dalla centrale di Ravenna e alla Polizia Stradale di Forlì. Per la ragazza, nonostante il prodigarsi del personale del ‘118’, non c’è stato però purtroppo nulla da fare. Troppo gravi i traumi riportati nel terribile impatto dell’utilitaria contro il guard rail.

false

La notizia della scomparsa della 24enne ha cominciato a diffondersi nella tarda mattinata suscitando incredulità, grandissima impressione e dolore. Originaria di Cotignola, dove fino a circa tre anni fa risiedeva coni genitori e con un fratello di qualche anno più grande, Maria Chiara Caruso, dopo aver conseguito il diploma di maturità all’Istituto Professionale ’Stoppa’, aveva iniziato a lavorare all’Eurospin di Lugo facendosi subito apprezzare per le sue doti professionali, la sua disponibilità e competenza. Tanto da farle ‘guadagnare’ una sorta di promozione, avvenuta circa un anno fa, in un supermercato di Ravenna della medesima catena presso il quale la ragazza ricopriva, con sua grande soddisfazione, una carica di rilievo.

Innumerevoli, in particolare attraverso i social, i messaggi di cordoglio nei confronti dei familiari e le testimonianze di affetto verso una ragazza definita da tutti ‘solare’, ‘sempre sorridente’ e cordiale sia in ambito professionale che nel rapporto con amici e conoscenti. Tra le varie testimonianze abbiamo scelto quella di Nicolò: "Non sono solito a fare post – si legge sulla pagina Facebook di Chiara – specialmente quando riguardano queste cose… ho sempre rispettato il lutto... Per te voglio però fare un eccezione, più che altro per dare un abbraccio virtuale alla tua famiglia, sperando lo leggano. Perche tu, Chiara, sei sempre stata un raggio di luce nell’oscurità. E quel tuo sorriso che primeggiava su tutto, sempre, anche e soprattutto nelle difficoltà. Oggi per chi ti conosceva è sicuramente una giornata brutta. Bruttissima. Il tuo essere e il tuo sorriso vivranno in eterno, piccola".

lu.sca.