Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

Maxi sequestro a imprenditore

La Guardia di Finanza di Catania, col supporto dello Scico, ha sequestrato come misura preventiva antimafia beni mobili e immobili per 20 milioni di euro a Salvatore Randone, imprenditore originario di Misterbianco, nel catanese, e residente a Rimini, attivo principalmente nel settore delle costruzioni e nella lavorazione dei metalli. L’uomo nel 2009 era stato coinvolto in un’inchiesta per tentato omicidio a Faenza: un artigiano fu ferito a colpi di pistola mentre tornava a casa. Randone è ritenuto mandante del tentato omicidio e per questo è stato condannato a 20 anni di carcere, confermati in appello. Oggetto del sequestro sono stati 70 immobili nelle province di Catania e Bologna, tra cui quattro ville a Misterbianco, di cui una con piscina; le quote societarie di 10 società operanti in provincia di Catania e Bologna.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?