Milena Baldassarri alle clavette
Milena Baldassarri alle clavette

Ravenna, 7 agosto 2021 – Una perfetta Milena Baldassarri conquista il sesto posto nella gara All Around alle Olimpiadi di Tokyo con 99.625 punti (25.100 cerchio, 25.625 palla, 26.500 clavette, 22.400 nastro), un risultato mai ottenuto da nessuna italiana alle Olimpiadi nella ginnastica ritmica. Per la 19enne ravennate questo risultato vale quanto una medaglia, visto il valore delle avversarie e la sua bravura nel tenerle testa per tutta la gara.

Italia in gara il 7 agosto alle olimpiadi. Viviani, la 4X400: orari tv - Palmisano oro olimpico nella marcia, Grottammare aspetta la sua madrina - Staffetta 4x100, sognavano il calcio ma sono diventati i più veloci del mondo

Baldassarri, esibitasi come terza in tutte le rotazioni, esordisce con 25.100 punti nel cerchio, prestazione che lascia qualche recriminazione, perché il voto dei giudici pare fin troppo severo. Nella palla ottiene 25.625 punti piazzandosi sesta nella classifica generale poi ancora una volta incanta alle clavette ottenendo un 26.300 che diventa poi 26.500 dopo il ricorso presentato e vinto dalla sua allenatrice Julieta Cantaluppi. Una prova che le vale la conferma della sesta piazza nella classifica generale. E poi il gran finale con una prestazione al nastro impeccabile che le regala 22.400 punti, coronando così una grandissima Olimpiade. Milena è sesta nel mondo!

"Sono super contenta, perché ho disputato una gara senza errori e l’obiettivo della vigilia era fare del mio meglio", dichiara Baldassarri. "Ho addirittura migliorato il mio punteggio in qualifica di oltre tre punti (99.625 contro 96.050; ndr) e in otto esercizi in due giorni ho commesso un solo errore al nastro nelle qualificazione: in una competizione olimpica vuol dire tanto. Mia madre mi ha sempre detto, se vai alle Olimpiadi mi batterai, perché io mi sono fermata ai Mondiali. Sono orgogliosa di essere arrivata lì dove lei invece si era fermata, a ridosso dei Giochi di Mosca. Le avevo detto di stare tranquilla e avevo ragione. E adesso vorrei solo gridarle: mamma cara, ce l’abbiamo fatta! Il futuro? Ora penso alle vacanze. Me ne vado in Grecia con gli amici poi mi concentro sul Mondiale che si terrà ad ottobre sempre in Giappone. Le Olimpiadi di Parigi? Ci proverò Non so cosa accadrà nei prossimi anni. Ci sono tante giovani che spingono. Io farò del mio meglio per farmi trovare pronta".

La medaglia d’oro della finale All Around la vince a sorpresa l’israeliana Linoy Ashram, che pone fine al dominio delle gemelle Averina, le grandi favorite. Dina si aggiudica l’argento, mentre Arina chiude addirittura quarta. Bronzo invece per la bielorussa Alina Harnasko.