L’OTTAVA
Cronaca

Mosaico contemporaneo Hirai e Policicchio in mostra

Anteprima della Biennale con l’esposizione delle opere dei due artisti

Mosaico contemporaneo  Hirai e Policicchio in mostra

Mosaico contemporaneo Hirai e Policicchio in mostra

L’ottava edizione della Biennale di Mosaico Contemporaneo di Ravenna vive una originale anticipazione con una mostra, che sarà inaugurata oggi, dedicata a due tra i più interessanti artisti della loro generazione: Takako Hirai (1975) e Sergio Policicchio (1985). Due artisti provenienti da aree del mondo molto lontane e diverse, Giappone e Argentina, che a Ravenna si formano, si incontrano e sviluppano linguaggi originali attraverso cui interpretare il mosaico contemporaneo. Due percorsi espositivi paralleli e in dialogo tra loro: quello di Policicchio, che trova sostanza e confronto con le architetture di Palazzo Rasponi dalle Teste, e quello di Hirai che presenta un intreccio che affonda nei temi della natura con diverse opere inedite e realizzate nell’ultimo periodo. Sarà inoltre presentato un inedito video realizzato a quattro mani da Hirai e Policicchio: un dialogo di immagini, appunti e pensieri.

La mostra ‘Divenire mosaico’ inaugura una nuova progettualità che anche per i prossimi anni porterà a Palazzo Rasponi mostre dedicate alle nuove generazioni di mosaicisti di formazione ravennate. Sempre a Palazzo Rasponi dalle Teste sarà visibile ‘Una dedica a Ravenna’, inedito progetto espositivo di Rupert Van Wyk, pittore e illustratore con diverse pubblicazioni dedicate all’infanzia. Van Wyk è nato in Gran Bretagna nel 1971, da famiglia sudafricana, ma da tempo vive a Ravenna.

La mostra è aperta fino al 23 luglio. L’inaugurazione si terrà oggi alle 18. Orari di visita: da martedì a domenica dalle 18 alle 21.30. Ingresso libero.