Via Aquileia ieri mattina (foto da La Sentinella ravennate)
Via Aquileia ieri mattina (foto da La Sentinella ravennate)

Ravenna, 4 luglio 2020 - Era già successo meno di una settimana fa, e ora è successo di nuovo. La polizia locale di Ravenna ha staccato un’altra multa da 300 euro per abbandono di rifiuti ingombranti accanto ai cassonetti di via Carducci: già nei giorni scorsi erano stati denunciati coloro che avevano lasciato in strada un materasso e diverse bottiglie di vetro. Ora, sempre grazie all’occhio elettronico delle telecamere presenti in zona, è stato individuato e sanzionato colui che ha abbandonato accanto ai cassonetti una pedana pallet di legno, oggetto ingombrante che in quanto tale avrebbe dovuto essere segnalato a Hera per il ritiro a casa o consegnato in un’isola ecologica. Non si tratta, purtroppo, di un episodio isolato. Il fenomeno è noto da tempo, e per questo il Comune sta lavorando per attivare le fototrappole, telecamere nascoste che si accendono quando percepiscono un movimento e che verranno messe a ruota in punti strategici per osservare i cassonetti, catturare le immagini di chi abbandona gli ingombranti all’esterno e multarli.

Quattro impianti, di proprietà di Hera, sono stati noleggiati dal Comune per avviare la sperimentazione: al momento sono arrivati a Palazzo Merlato, e verranno attivati nel corso delle prossime settimane non appena saranno completate le operazioni necessarie all’installazione degli impianti e alla visualizzazione delle immagini.

Intanto, restando sempre in centro storico, i residenti di via Di Roma segnalano diversi abbandoni anche qui, e in particolare nel cassonetto posizionato circa di fronte al Mar, dove nei giorni scorsi una donna di 67 anni si è ferita a un piede perché sotto a uno dei bidoni qualcuno aveva lasciato del vetro. "Quasi tutti i giorni ci sono nuovi ingombranti lasciati accanto ai bidoni – spiega un’altra residente –. Abbiamo visto diversi mobili, vetri, e ora anche una panchina su cui è stato attaccato un cartello che dice: ‘Hera smaltimento ingombranti’. Sembra molto strano, però: solitamente i rifiuti di cui è stato concordato il ritiro vengono lasciati accanto alle case, non nascosti dietro ai cassonetti".

Hera, dal canto suo, smentisce che il ritiro della panchina fosse stato concordato, e ribadisce che in questi casi occorre chiamare il Servizio Clienti al numero 800.999.500 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18), concordare un orario di ritiro e lasciare il rifiuto ingombrante fuori al piano terra, su suolo pubblico e in un punto accessibile ai mezzi pesanti. "Altre modalità, cartelli compresi – dicono dalla multiutility su questo caso – non sono conformi al regolamento e vanno disincentivati, perché rallentano il servizio ordinario". Hera ha aggiunto che nella giornata di oggi cercherà comunque di rimuovere la panchina in questione.