CronacaNel 2022 quasi 500 incidenti nel Faentino

Nel 2022 quasi 500 incidenti nel Faentino

Il resoconto delle attività annuali della Polizia municipale. Molte contravvenzioni per alcol alla guida ed eccesso di velocità

Nel 2022 quasi 500 incidenti nel Faentino
Nel 2022 quasi 500 incidenti nel Faentino

È l’elevato numero degli incidenti stradali verificatisi durante il 2022 uno dei dati che più balza all’occhio nel resoconto delle attività annuali della Polizia municipale. I sinistri sul territorio dell’Unione della Romagna faentina sono stati ben 497, ad un passo ormai dalla soglia psicologica del mezzo migliaio.

Sei di questi incidenti sono stati mortali, 255 hanno registrato dei feriti. Un trend che registra aumenti in tutta Italia, e dinanzi alla cui probabile principale causa – la distrazione causata dai telefoni cellulari – le possibilità di contrasto da parte delle forze dell’ordine appaiono minori rispetto ad altre cattive abitudini quali l’eccesso di velocità o la guida in stato di ebbrezza. "Intervenire contro chi maneggia il telefono durante la guida non è semplice", confermano l’assessore alla Sicurezza Massimo Bosi e il comandate della municipale Vasco Talenti.

Per quanto riguarda invece alcol ed eccessi di velocità le contravvenzioni sono state molte: ventisei le sanzioni amministrative per guida in stato di ebbrezza, quarantatré le notizie di reato comminate a chi guidava sotto l’effetto di alcol (la guida in stato di ebbrezza sfocia nel penale qualora si superi una determinata soglia). Nove i cittadini che guidavano dopo aver assunto sostanze stupefacenti. Altrettanto gravi i quattordici casi di omissione di soccorso, per i quali in dodici occasioni si è potuto risalire al responsabile. Non appare dunque una sorpresa che nel 2022 siano state ritirate 53 patenti.

In totale, nel 2022, il totale dei veicoli controllati ammonta a 6744: più di 1600 i conducenti sottoposti ad alcoltest, mentre le violazioni dovuta ala sosta sono state 19mila. Un altro dato rilevante è quello delle multe comminate attraverso i velox, pari a 36mila: decisive, nel far lievitare il totale, le strumentazioni poste sulla circonvallazione, che hanno macinato multe per le prime settimane ad un ritmo di migliaia al mese. "Da allora però i numeri sono diminuiti, perché i limiti di velocità sono più rispettati", rimarca Bosi. Una parte importante del lavoro della municipale è legato ai controlli ambientali e alle violazioni che durante questi vengono registrate: 249 nel 2022, legate soprattutto all’abbandono di rifiuti. Una tendenza in crescita da alcuni anni, per la quale nel 2023 l’assessore Bosi non pare attendersi una contrazione: "è un fenomeno cui assistiamo da alcuni anni con sempre maggiore frequenza. Il timore è che chi già oggi abbandona rifiuti possa farlo con maggiore frequenza non appena tutta la città sarà passata alla raccolta differenziata porta a porta".

La videosorveglianza, anche per la lettura targhe, "è sempre più decisiva per le attività della Municipale", spiega il comandante Vasco Talenti. "Le telecamere consentono non solo di risalire a chi si rende responsabile degli abbandoni di rifiuti, ma anche a chi ruba biciclette. Le denunce per furti di questo tipo sono aumentate proprio perché c’è più fiducia nella possibilità di ritrovarle". Attualmente il comando della Polizia municipale può contare su 65 dipendenti nei sei diversi comuni: un organico non lontano dalla quota ritenuta ideale, e cioè quella di 69. Trentadue i veicoli in dotazione, cui si aggiungono dieci ciclomotori e sei biciclette.

f.d.