Ravenna, 12 gennaio 2019 - Al grido di “Più treni per Godo e Classe” stamattina circa 150 persone hanno sfilato per tutto il centro di Ravenna (VIDEO), dalla stazione in piazza del Popolo, per chiedere la modifica dei nuovi orari del servizio ferroviario che dal 9 dicembre ha tagliato la maggior parte delle fermate nei due paesi.

PENDOLARI_36208518_154632

I pendolari con cartelli e striscioni (FOTO), cantando la loro versione di “Bella ciao” dedicata alle stazioni dimenticate, sono stati ricevuti in Comune dal sindaco e presidente della Provincia Michele de Pascale. “Non era questo quello che avevamo chiesto - ha detto de Pascale -. Ho commesso un errore: fidarmi della parola di Trenitalia, che mi aveva assicurato che la tratta Ravenna-Bologna sarebbe stata velocizzata senza tagliare le stazioni del nostro territorio. Ma Trenitalia ha comunicato gli orari tardi, nonostante le nostre richieste: abbiamo avuto in mano gli orari definitivi a pochi giorni dalla loro introduzione, troppo tardi per cambiare”.

image

Secondo quanto dichiarato anche dall’assessore regionale Donini ieri le modifiche a favore dei paesi lasciati fuori dai nuovi orari entreranno in vigore non prima di giugno, con tempi che però lasciano l’amaro in bocca ai pendolari in protesta.