Faenza (Ravenna), 19 febbraio 2021 - Gli inquirenti ne sono quasi sicuri ormai: c’è proprio  l’assassino di Ilenia Fabbri nelle immagini immortalate il 6 febbraio scorso a Faenza da una telecamera privata poco prima dell’omicidio della 46enne. Un killer "non professionale ma pericoloso", come lo ha descritto il procuratore capo Daniele Barberini, per il quale si stanno compiendo valutazioni "su aspetti morfologici" proprio grazie alle immagini in questione. E quello che è emerso finora, è un giudizio di compatibilità con "la descrizione fornita dall’unica testimone" oculare: ovvero l’amica della figlia Arianna della vittima rimasta quella notte a dormire nell’appartamento di via Corbara e per questo ora sotto protezione.

L'aggiornamento Omicidio di Faenza, l'alibi della Bmw usata da Nanni

Omicidio, la figlia di Ilenia: "Mio padre è innocente, voglio giustizia" - Omicidio: scorta per la super testimone (video) - Il giallo di quella sagoma nei filmati da ripulire

La sua descrizione di quell’uomo intravisto da dietro mentre correva giù per le scale dietro a Ilenia, è stata questa: molto alto, ben piazzato, con spalle grosse e vestito di scuro. Si torna qui alle immagini del video sulle quali si stanno concentrando i tecnici della polizia Scientifica per arrivare a ottenerne una maggiore definizione. La sequenza dura in totale circa 15 secondi ed è stata registrata tra le 5.50 e le 5.52 dalla telecamera di un’abitazione di via Testi, la strada che incrocia via Corbara. Nelle immagini si vede una persona presumibilmente vestita di scuro e con cappuccio che giunge appunto su via Testi camminando sul marciapiedi fino a fermarsi praticamente sotto all’obbiettivo. A quel punto forse l’uomo si accorge della telecamera: di fatto gira repentinamente verso la sua sinistra, quindi riprende a camminare tornando indietro però, un po’ come se fosse in attesa di qualcosa o qualcuno. Infine attraversa l’incrocio tra via Testi e via Corbara e scompare per sempre dall’inquadratura.

Il focus Omicidio Faenza oggi: il killer improvvisato di Ilenia Fabbri conosceva la casa

La medesima telecamera qualche istante dopo immortala il passaggio dell’auto di Claudio Nanni, il 53enne ex marito della defunta ora indagato a piede libero per omicidio volontario pluriaggravato in concorso con persona ignota. L’uomo sta andando a prendere la figlia Arianna per recarsi assieme a lei a ritirare un’auto a Milano: alle 5.57 le scrive di scendere perché lui è in attesa sotto casa. Un paio di minuti dopo i due sono già in viaggio tanto che la telecamera di via Testi immortala un secondo passaggio della vettura del 53enne Claudio Nanni, questa volta in verso contrario rispetto al precedente. Le immagini, lette in chiave accusatoria, potrebbero insomma alimentare altri sospetti sull’ex consorte, se non altro per la singolare coincidenza con la quale l’uomo vestito di scuro è apparso e scomparso praticamente a ridosso dell’arrivo del 53enne. Il procuratore ha precisato che "non vogliamo affezionarci a nessuna ipotesi investigativa: cerchiamo di tenere aperte tutte le possibilità". E tuttavia è chiaro che al momento la pista principale al vaglio degli inquirenti, è proprio quella che individua nella figura scura del video, il sicario maldestro e pericoloso presumibilmente ingaggiato dall’ex marito per uccidere Ilenia. Opposta le versione sin qui fornita dell’uomo: lui con il delitto della ex moglie – ha assicurato – non c’entra proprio nulla.