"Parco Marittimo, dopo i disagi ora verranno i benefici"

Monika Balestri, proprietaria del bagno Wave di Punta Marina, si prepara per la nuova stagione nonostante le difficoltà economiche e l'incertezza sul futuro. Riscontra problemi nel trovare personale giovane, ma sottolinea di non sottopagare i collaboratori. Il principale cambiamento in vista dell'estate è il Parco Marittimo, sperando che i lavori effettuati lo scorso anno portino benefici.

Monika Balestri è proprietaria del bagno Wave di Punta Marina.

Balestri, è tutto pronto per ripartire in vista della nuova stagione ormai alle porte?

"Sì. Il nostro è il lavoro più bello del mondo, peccato però che più fattori, in primis l’incertezza sul nostro futuro e poi le ripetute crisi economiche, ci abbiano portato via un po’ di entusiasmo. A ogni modo il Wave è un bagno molto frequentato da famiglie bambini, in cui abbiamo un bel parco giochi e attrezzature varie".

Riscontra problemi

nel reperire il personale?

"Nel nostro stabilimento

ci consideriamo dei privilegiati perché possiamo contare su uno zoccolo duro di persone che lavorano con noi da tempo.

Tra i più giovani

si fa fatica a trovare, forse

perché questo lavoro piace di meno, forse perché non si vuole lavorare il sabato e la domenica, forse perché

le famiglie riescono

a offrire un ombrello

protettivo. Ma questo ci tengo a dirlo: non sottopaghiamo i nostri collaboratori".

Tra i cambiamenti in vista

della prossima estate, il Parco Marittimo è probabilmente quello principale.

"Sì, sicuramente.

Lo scorso anno i disagi

per i lavori che sono stati effettuati non sono mancati

ed è ancora presto per vederne i benefici.

Ma noi contiamo

sul buon senso che porti a prendere i dovuti aggiustamenti, in modo

da tener conto anche

delle esigenze di chi, come noi, lavora sul posto".

ro.be.