Faenza (Ravenna), 3 marzo 2021 - Sarebbe Pierluigi Barbieri, secondo le indagini della Procura condotte dalla polizia che hanno portato questa notte al suo arresto oltre che a quello dell'ex marito della vittima Claudio Nanni, l'autore materiale del delitto di Ilenia Fabbri, sgozzata nel suo appartamento di Faenza il 6 febbraio scorso.

Aggiornamento Omicidio di Faenza, Pierluigi Barbieri uscì dal carcere ad agosto

Il focus Omicidio di Faenza: arrestati l'ex marito di Ilenia e un amico già condannato per rapina

image

Cinquantadue anni, nato a Cervia (Ravenna), ma residente a Reggio Emilia, Barbieri detto anche 'lo zingaro' è stato portato in carcere a Rimini in attesa
dell'interrogatorio di garanzia davanti al Gip del Tribunale di Ravenna. Lui e l'ex marito della vittima - l'altro arrestato, il meccanico 53enne faentino Claudio Nanni - si conoscevano da tempo condividendo la passione per le moto.

Le indagini Omicidio di Faenza: il giallo delle chiavi che non si trovano - Dalle scarpe rosse alla causa congelata

false

Barbieri era uscito dal carcere il 10 agosto scorso dopo un arresto di aprile assieme ad altre tre persone conseguente a una rapina del febbraio 2020 con lesioni aggravate ed estorsione, nel contesto di una spedizione punitiva a un 52enne di Predappio ( Forlì- Cesena) peraltro disabile.

Dopo il suo ritorno in libertà, Barbieri aveva di nuovo preso contatti con Nanni: un paio di volte una telecamera del distributore vicino all'officina di quest'ultimo, li aveva immortalati assieme a gennaio. Inoltre alle 5.15 del giorno del delitto, l'auto di Barbieri ( VIDEO) è stata ripresa nella zona  dell'omicidio.