Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

Punta Marina, spiaggia chiusa per lavori

Un lungo tratto sarà inaccessibile ancora per una decina di giorni per i lavori di ripascimento. "Tutta colpa di un guasto alla draga"

Un lungo tratto di spiaggia chiuso, all’incirca dal bagno Derris fino al piccolo canale che taglia la spiaggia accanto al circolo velico. A Punta Marina un bel pezzo di arenile non è accessibile: si tratta del tratto a sud della località in cui sono in corso lavori di ripascimento parte di un grosso cantiere da 20 milionidi euro che si sposta tra i lidi, per estrarre sabbia dal fondale marittimo da utilizzare per proteggere maggiormente la spiaggia e le località dall’ingressione marina. Nelle ultime settimane la draga ha fatto tappa a Milano Marittima e a Lido di Dante, ed è arrivata a Punta Marina con un lieve ritardo: a Milano Marittima infatti una parte della draga si è rotto, e il pezzo di ricambio che serviva è arrivato dall’Olanda. Questo ha comportato un breve stop ma, come spiega l’assessora ai Lavori pubblici Federica Del Conte, "siamo in ritardo solo di 56 giorni. Ora la draga è nuovamente operativa, e oggi (ieri per chi legge, ndr) ha effettuato i primi due ‘rifluimenti’ dei 16 previsti". Si tratta di un processo con cui la sabbia viene estratta al largo, dove sono presenti banchi già precedentemente individuati, caricata su una nave e portata a riva attraverso un sistema di pompaggio. Da qui, poi, viene stesa su tutto il tratto di spiaggia interessato. Si prevede che i lavori a Punta Marina si concludano "indicativamente entro il 24 aprile – aggiunge Del Conte –. Ora invece non è possibile andare in spiaggia per proteggere il cantiere, è una questione di sicurezza. Dal 26 aprile, i lavori si sposteranno a Lido Adriano, dove stenderemo 30mila metri cubi di sabbia. Non è la prima volta che facciamo un intervento di questo tipo: era già successo qualche anno fa, e c’erano state delle lamentele legate al fatto che la sabbia estratta al largo inizialmente appare grigia, e solo in seguito all’ossigenazione riacquista il colore normale. Anche stavolta si ripeterà lo stesso fenomeno".

Vedere la spiaggia chiusa proprio nel weekend di Pasqua fa comunque un certo effetto: "Ma se da adesso in avanti non ci sono più problemi, non credo che ci saranno disagi importanti per gli operatori – dice Maurizio Rustignoli, presidente della cooperativa Spiagge di Ravenna – e per noi è fondamentale ricostruire l’arenile dove c’è l’erosione. Senza una spiaggia adeguata e profonda diventa difficile fare il nostro mestiere. I disagi ora sono molto limitati, e i benefici saranno importanti. So che poi è previsto un cantiere anche a Marina Romea nord, dove la sabbia non verrà estratta al largo ma comunque portata coi camion nei tratti di spiaggia più critici". Tra gli stabilimenti balneari coinvolti dal cantiere a Punta Marina c’è il bagno Perla: "So che c’è stato un guasto che ha allungato i tempi di qualche giorno, ma questi lavori vanno fatti comunque a ridosso della stagione, in modo che il materiale rimanga il più possibile – dice il titolare, Mirko Leoni –. Nonostante i disagi, sono lavori indispensabili".

Sara Servadei

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?