Quotidiano Nazionale logo
21 apr 2022

Schianto contro rimorchio, grave 45enne

Incidente sulla provinciale Naviglio alle porte di Bagnacavallo: un’auto ha urtato il ’carrello’ di un trattore, il conducente portato al Bufalini

Ad appena 24 ore dal terribile schianto alle porte di Solarolo che è purtroppo costato la vita al 27enne cotignolese Luca Bandini, un altro gravissimo incidente ha funestato le strade della Bassa Romagna. Martedì sera, infatti, lungo il tratto della strada provinciale Naviglio compreso fra Cotignola e Bagnacavallo, un uomo di 45 anni residente a Bagnacavallo e che era al volante di una ’Citroen C3’, mentre stava percorrendo la strada provinciale con direzione di marcia Bagnacavallo-Faenza, per cause al vaglio della Polizia Locale della Bassa Romagna si è schiantato contro il rimorchio di un trattore che procedeva lungo la sua stessa direzione di marcia. Il mezzo agricolo era condotto da un uomo che si sarebbe accorto del violentissimo impatto solo in seguito, dopo aver notato i danni occorsi al carrellone sul quale trasportava un altro mezzo agricolo.

In seguito alla paurosa collisione, avvenuta (provenendo da Bagnacavallo) un paio di centinaia di metri dopo il cavalcavia della diramazione dell’autostrada A14 bis, la ’Citroen C3’ è uscita di strada arrestando la sua corsa in un fossato, con il conducente che è rimasto incastrato nell’abitacolo di una vettura il cui avantreno (nella foto) era letteralmente ridotto ad un ammasso di lamiere. Ad allertare immediatamente i mezzi di soccorso sono stati automobilisti in transito.

Sul posto è intervenuta un’ambulanza, insieme al mezzo avanzato di soccorso con a bordo il medico rianimatore, ai Vigili del Fuoco del Distaccamento di Lugo, ai carabinieri della Compagnia di Lugo e al nucleo Infortunistica della Polizia Locale della Bassa Romagna. Non senza fatica i vigili del fuoco, con l’ausilio di cesoie e divaricatore, sono riusciti ad estrarre, sotto la costante presenza del personale del ’118’, il 45enne dall’abitacolo. Dopo una valutazione delle sue condizioni e in vista di un trasporto urgente all’ospedale ‘Bufalini’ di Cesena, il medico ha richiesto l’intervento dell’elicottero del ’118’, arrivato dall’ospedale ‘Maggiore’ di Bologna ed atterrato sulla strada provinciale Naviglio, che nel frattempo era stata interdetta alla circolazione da Polizia Municipale e dai carabinieri.

Dopo essere stato stabilizzato e intubato sull’ambulanza, l’automobilista, che nonostante il terribile schianto era rimasto semicosciente, è stato trasportato al ‘Trauma Center’ del nosocomio cesenate con un codice di massima gravità a causa della gravità delle ferite. Per consentire le operazioni di soccorso, i rilievi di legge, la pulizia della sede stradale che era disseminata di pezzi e di parti meccaniche in un raggio di decine di metri nonché la rimozione dell’auto, un tratto della provinciale ‘Naviglio’ è stato chiuso al traffico.

Luigi Scardovi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?