Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

Schianto fra auto in via Firenze, l’anziana muore in ospedale

Il conducente della Jeep risultato positivo all’alcol test. La Procura apre fascicolo . per omicidio stradale

La scena del terribile incidente che ha coinvolto tre auto
La scena del terribile incidente che ha coinvolto tre auto
La scena del terribile incidente che ha coinvolto tre auto

È deceduta giovedì sera Uliana Santandrea, la donna di 88 anni originaria di Brisighella che viaggiava nella Peugeot 107 grigia coinvolta con altre due auto nel sinistro stradale avvenuto lunedì sera a Faenza in via Firenze di fronte al civico 399, a poche decine di metri dalla sede dell’Istituto Persolino Strocchi.

Secondo una primissima ricostruzione quando erano da poco passate le 21 una Jeep Renegade di colore scuro che viaggiava in direzione Firenze-Faenza si è scontrata con due auto che in quel momento stavano transitando in direzione opposta: la Peugeot guidata da una donna di 58 anni e su cui viaggiava la madre 88enne e una station wagon sulla quale stava viaggiando un uomo di 57 anni, parente delle due donne.

L’auto con madre e figlia a bordo è finita nel fosso adiacente alla sede stradale e all’arrivo dei soccorsi le condizioni dell’88enne erano immediatamente apparse gravi, tanto che per l’anziana signora si era reso necessario il trasferimento in elicottero al Trauma Center dell’Ospedale Bufalini di Cesena.

Purtroppo la donna si è spenta due giorni dopo nel nosocomio cesenate. Il conducente della Jeep Renegade è un uomo faentino di 38 anni che dai controlli effettuati è risultato positivo all’alcol test con un tasso molto superiore al limite consentito. La documentazione è stata inviata alla Procura della Repubblica per gli atti di competenza mentre l’uomo ha incaricato l’avvocato Carlo Benini come legale difensore.

La dinamica è ancora da accertare ma sull’uomo sarà aperto un fascicolo per omicidio stradale (che è aggravato nel caso la presenza di alcol nel sangue sopra i limiti sia accertata).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?