Ravenna, polemica sugli sconti in discoteca (foto d'archivio Migliorini)
Ravenna, polemica sugli sconti in discoteca (foto d'archivio Migliorini)

Ravenna, 5 maggio 2019 - ‘Promo donna attiva ogni venerdì notte! Valido solo indossando una calzatura con tacco: ingresso al Matilda di Marina di Ravenna a 1 euro entro la mezzanotte’. Ad accompagnare il bonus, le gambe di una donna in minigonna e tacco a spillo. Per quanto nelle intenzioni dei gestori della discoteca estiva «non ci fossero certo atteggiamenti sessisti», appena la foto è stata postata sul profilo facebook del locale si è scatenato il più classico dei social-putiferi.

A dare il via alla kermesse una utente che posta subito «omaggio donna valido solo indossando una calzatura con il tacco? Ma almeno vi rendete conto di quanto sia misogina e squallida la condizione che avete imposto? Sempre ammesso che questa cosa sia legale… le donne quindi dovrebbero mettere i tacchi per corrispondere a qualche ideale di femminilità insulso e probabilmente risalente al Medioevo?». Da qui nasce un dibattito che alla fine tra botta e risposta, like ed emoticon vari finisce col coinvolgere alcune centinaia di persone, molte delle quali frequentano la disco di Marina.

«Praticamente non pagate se venite con i tacchi e vi lamentate anche?» replica un altro utente che poi se la prende con le ‘ballerine’, semplicissima calzatura senza tacco da donna che secondo lui non valorizzano la femminilità, anzi...

Non mancano passaggi scurrili (di entrambi i sessi) e chi invece lancia qualche suggerimento. Come questo: «Personale opinione, si è donne anche senza indossare i tacchi. E soprattutto col mal di piedi rischiate che vanno via prima le donne (un emoticon che ride), ci sarebbero tante altre cose da mettere, acconciatura particolare, un tema di colore, un tema di bijoux, un accessorio per capelli… c’è davvero tanto».

Neanche i gestori del Matilda si aspettavano tanto dibattito. «È abitudine del locale lanciare una promozione riservata a chi entra in discoteca entro mezzanotte» spiega Mattia Montanari, uno dei gestori. «Non c’è nulla di discriminatorio, non diamo giudizi offensivi verso il pubblico femminile e non imponiamo nulla per entrare al Matilda. Semplicemente riconosciamo uno sconto alle donne che entrano entro mezzanotte, in questo caso con i tacchi». Venerdì la serata è saltata causa maltempo (il locale è infatti all’aperto): «Ci vedremo venerdì prossimo. E non cambieremo la promozione».

lo. tazz.