Scuola Pasini tirata a lucido. Imbiancata dalle insegnanti. I genitori pagano la vernice

In tre giorni, aiutate dai volontari tra cui ex alunni, hanno dipinto 25 aule, corridoi e atrio. L’iniziativa, promossa da Legambiente, è stata supportata dall’associazione CittAttiva.

Scuola Pasini tirata a lucido. Imbiancata dalle insegnanti. I genitori pagano la vernice

Scuola Pasini tirata a lucido. Imbiancata dalle insegnanti. I genitori pagano la vernice

La scuola primaria Pasini, di via Caorle, si fa bella grazie all’intraprendenza di insegnanti e genitori. In tre giorni, hanno finito ieri, si sono organizzati in turni e hanno imbiancato tutti gli interni del plesso: venticinque aule, corridoi, atrio, insomma tutto. Lo hanno fatto perché le pareti avevano bisogno di una rinfrescata, visto che non venivano verniciate da parecchio, ma soprattutto perché, assicurano le insegnanti, "se un luogo è bello e accogliente, anche l’apprendimento degli studenti ne risente in positivo". La Pasini si trova in un quartiere popoloso e multietnico e ospita circa 400 studenti.

Le insegnanti, aiutate da una trentina di volontari, tra genitori, ex alunni e anche alcuni esponenti di CittAttiva, si sono rimboccate le maniche e hanno lavorato senza sosta per finire in tempo il lavoro. "L’idea – spiegano – è nata durante l’anno scolastico. Ci siamo imbattute in questa iniziativa di Legambiente che si chiama ‘La scuola si fa bella. Non ti scordar di me’, che ha lo scopo di abbellire, migliorare sotto vari punti di vista i plessi scolastici. Abbiamo deciso di partecipare, abbiamo avviato le procedure burocratiche e ci siamo riuscite. Legambiente ha finanziato l’assicurazione di tutti gli esterni che in questi giorni hanno lavorato all’interno della scuola, mentre i genitori si sono autotassati per acquistare la vernice". Il lavoro si sarebbe dovuto svolgere in una settimana, ma nei prossimi giorni inizieranno i lavori di ampliamento della mensa nell’ambito di un finanziamento del Pnrr, quindi la scuola dovrà essere completamente vuota per l’avvio del cantiere. "Abbiamo dovuto dimezzare i tempi – concludono le insegnanti – ma ci siamo riusciti e abbiamo imbiancato tutto".

Annamaria Corrado