Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
4 giu 2022

Spento il segnale: a Ravenna la Rai va a singhiozzo

Lavori al ripetitore delle Marche: da alcuni giorni non arriva più il segnale dell’antenna di Monte Nerone. Subito una pioggia di proteste

4 giu 2022
roberto romin
Cronaca
Ripetitore tv spento, schermi delle tv senza immagine: ecco cosa succede. In alto a destra Lorenzo Antonelli di Antenna One
Ripetitore tv spento, schermi delle tv senza immagine: ecco cosa succede
Ripetitore tv spento, schermi delle tv senza immagine: ecco cosa succede. In alto a destra Lorenzo Antonelli di Antenna One
Ripetitore tv spento, schermi delle tv senza immagine: ecco cosa succede

Ravenna, 4 giugno 2022 - Dal borgo San Biagio, da Marina Romea, ma anche da altre zone della città e dei lidi. I canali Rai hanno improvvisamente smesso di vedersi. E, in redazione, così come sui social, sono subito arrivate parecchie segnalazioni: "Da quando sono cambiate le frequenze – ha spiegato Lorenzo Anconelli, titolare di Antenna One – i canali da cui arrivano i segnali sono due, ovvero da Bertinoro e da Monte Nerone, nelle Marche. Ebbene, da un paio di giorni sembra che il segnale in arrivo da Monte Nerone sia stato spento. Non si sa per quale motivo. L’ipotesi più probabile è che stiano facendo dei lavori di manutenzione. Di fatto, è rimasto attivo solo quello di Bertinoro. Perciò, chi ha l’antenna puntata su Monte Nerone, non riesce a vedere i canali del ‘blocco’ Rai, cioè Rai1, Ra2 e Rai3. Il ‘blocco’ dei canali Mediaset arriva invece da un’altra frequenza, normalmente da Bologna, dunque si riesce a vedere senza problemi".

Ci sarebbe anche il ripetitore di Bologna, ma... "Nella nostra zona, i ripetitori più importanti sono quelli di Bologna e Bertinoro. Il problema è che, il segnale in arrivo da Bologna, è ‘scarso’, dunque si predilige Bertinoro. L’alternativa è il ripetitore di Monte Nerone, utilizzato effettivamente da molti utenti. Ma, i ripetitori sono di proprietà della Rai, che non è tenuta a dire quando vengono effettuati i lavori. Ecco perché, molto probabilmente, si è generato questo tipo di criticità. Di sicuro non è un problema di sovraccarico, perché le antenne dei singoli utenti sono adibite alla semplice ricezione del segnale. Altra cosa invece, sono, ad esempio, i collegamenti dei telefoni cellulari, dove c’è anche una trasmissione di dati e dove possono effettivamente verificarsi problematiche di sovraccarico".

Intanto il disagio può essere ‘gestito’ con qualche soluzione tampone: "In queste ultime ore – ha aggiunto Lorenzo Anconelli – il nostro centralino è stato subissato di chiamate per segnalare il problema. L’augurio è che questa situazione sia transitoria e non definitiva. In passato è già capitata una cosa analoga, ma, dopo 2-3 giorni, fortunatamente si è risolta. Soluzioni temporanee? In attesa che torni il segnale, o in casi analoghi, i canali Rai si possono ricevere sul telefonino con Rai Play oppure su internet in streaming. Oppure – conclude Antonelli – c’è la soluzione di Tv Sat, ovvero la possibilità di vedere il digitale terrestre tramite la parabola. Si tratta di una soluzione adottata da molti, soprattutto nelle seconde case al mare. Il Tv Sat è un decoder senza abbonamento, che si acquista una tantum, ma che prevede la presenza della parabola".

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?