Quotidiano Nazionale logo
14 mag 2022

Settimana della Bonifica: pedalata, lettura e serie di incontri

“Dalla bonifica storica ai Comuni dell’acqua” è il titolo dell’edizione 2022 della Settimana nazionale della bonifica e dell’irrigazione, promossa dall’Anbi (Associazione nazionale Consorzi di gestione e tutela del territorio e acque irrigue). Da oggi a domenica 22 si svolgeranno quindi molti appuntamenti organizzati dai Consorzi di bonifica. Per quanto riguarda il territorio lughese, faentino e imolese il Consorzio di bonifica della Romagna Occidentale ha in programma visite guidate: nel distretto di pianura alle opere irrigue e idrauliche (le centrali di pompaggio di Solarolo, Faenza e Imola, la cassa di espansione e l’impianto idrovoro Tratturo di Alfonsine, la chiusa del fiume Senio a Faenza).

Tre sono gli eventi realizzati ad hoc per questa edizione della Settimana della bonifica. Domani, 15 maggio, con partenza alle 9.30 dal Parco Golfera di Lugo, si svolgerà, in collaborazione con Ciclo Guide Lugo, la biciclettata ’Sulle tracce dei mulini’: 24 km per costeggiare il Canale dei Mulini slow e arrivare al Mulino di Fusignano, gioiello del territorio dove sarà possibile ammirare anche le sculture in ferro di Giovanni Martini. Merenda lungo il percorso con i prodotti dell’Azienda Agricola Dal Campo al Banco. Info e prenotazioni 347-0475029.

Lunedì 16, alle 17.30 a Tebano, reading “Tebano terra d’acqua”, con Patrizia Capitanio autrice del libro dedicato a questa località e alla sua storia. Al termine aperitivo promosso dal Consorzio Vini di Romagna.

Giovedì 19, alle 17.30 alla biblioteca Trisi di Lugo, ’Progetto acqua-acqua raccolta, conservata, distribuita’, incontro per parlare del lavoro del Consorzio di Bonifica sul territorio della Romagna Occidentale: intervengono l’ingegnere Paola Silvagni e l’agronomo Andrea Fabbri.

Inoltre, sabato 21 maggio in via Copernico a Lugo ci sarà la cerimonia d’intitolazione da parte del Comune di Lugo della Cassa Laminazione Bedazzo a nome dell’Ingegnere Alberto Dacome. Ai presenti verrà fatto dono del volume ’Sii gentile con la terra’, che raccoglie gli atti del convegno del novembre scorso in sua memoria. Nato nel 1932 a Badia Polesine (Ro), laureato in ingegneria idraulica presso l’Università di Padova, Dacome ha ricoperto il ruolo di direttore generale e direttore tecnico del Consorzio di bonifica della bassa pianura ravennate dal 1966 al 1987 e del subentrato Consorzio di bonifica della Romagna Occidentale dal 1988 al 1999.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?