Sfida tra i migliori marinai di salvataggio

Corsa, nuoto e voga. Alla fine il miglior tempo. è quello della squadra. di Milano Marittima Nord.

Sfida tra i migliori marinai di salvataggio

Sfida tra i migliori marinai di salvataggio

Partiamo dai numeri: 150 metri di corsa, 160 in mare, nuoto stile libero, e 200 metri di voga con i classici mosconi rossi: è la staffetta della Relays3Tryals, la competizione tra i marinai di salvataggio della Cooperativa bagnini di Cervia che si è svolta venerdì sulla spiaggia libera di Cervia, avvolta dalla luce del tramonto. L’accesa competizione è stata vinta dalla squadra che rappresenta la zona A di Milano Marittima formata da Matteo Zavalloni, Luca Poletti e Giannini Giacomo.

Giunta alla quinta edizione, la sfida tra i baywatch più attesa dalla spiaggia, ha visto impegnate 13 squadre formate da tre marinai ciascuna, sfidarsi su tre discipline in successione e senza soluzione di continuità, come hanno potuto testimoniare i presenti all’appuntamento. La gara, che ha visto complessivamente impegnati 39 marinai, tra cui sei donne, divisi in squadre da tre, si è svolta tra quattro squadre dove i tre componenti si sono passati il testimone tra una disciplina e l’altra.

Ognuno, lo si sarà capito, ha dovuto fare la sua parte per fare in modo che il proprio team ottenesse il miglior risultato possibile.

I quattro finalisti si sono poi ulteriormente scontrati nella staffetta finale. La gara ha fatto emergere il gioco di squadra, la sportività e la solidarietà dei marinai di salvataggio ogni giorno impegnati a vigilare sulle spiagge di Cervia.

La Relays è stata organizzata dagli stessi marinai e coordinata al direttore delle spiagge di Cervia Leonardo Marchetti.

Anche il protocollo di intervento per il salvataggio prevede che siano sempre tre marinai a intervenire nell’emergenza e proprio questo è stato lo spirito che ha dominato la gara facendo emergere il forte senso di squadra che pervade questi professionisti, oltre alle doti fisiche e tecniche.