Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 mag 2022

‘Smarrita e prediletta’ Due Storie di Ravenna

Il 31 maggio e il 7 giugno, per la prima volta al Mar, il racconto storico e iconografico si intreccerà con la visione di alcune opere del museo

21 mag 2022
Laura Orlandini
Laura Orlandini
Laura Orlandini
Laura Orlandini
Laura Orlandini
Laura Orlandini

Forte del successo registrato in aprile, la rassegna ‘Storie di Ravenna’ torna con due nuovi appuntamenti intitolati ‘Smarrita e prediletta’, il 31 maggio e il 7 giugno alle 18, per la prima volta al Mar, dove il racconto storico e iconografico si intreccerà con la visione di alcune opere del museo. "Le ‘Storie’ nascono nel 2017 come momento di incontro con la città – ricorda Alessandro Argnani co-direttore di Ravenna Teatro –. Questi due nuovi fuori programma si distinguono perché sono in realtà due ‘soli’ che solleticano lo spettatore a partire dalle biografie di Maria Goia e Maria Maddalena. Partendo dalle parole e dalle immagini, si prova poi a legarle a un’opera del Mar. Non c’è necessariamente un legame diretto ma il desiderio di vedere come un quadro del museo possa legarsi a una di queste storie". L’iniziativa si inserisce nel ventennale del Mar. "Il museo – spiega il presidente Mauro Brighi – non è solo un luogo ospitante ma anche un elemento fondante di una progettualità che prevede nuove proposte e collaborazioni".

Si inizia il 31 maggio con ‘Una donna contro la guerra’, incontro dedicato a Maria Goia, una politica ribelle e appassionata che ha speso la sua vita per gridare tutto il suo sdegno e la protesta contro la guerra europea. E anche una pioniera, all’alba del nuovo secolo, dei diritti delle donne. A evocarla, attraverso il linguaggio del teatro, saranno Laura Orlandini, laura Redaelli e Christian Ravaglioli. La visita guidata invece sarà a cura di Catia Morganti che parlerà delle due opere di Vittorio Guaccimanni: ‘Carabinieri a cavallo’ ed ‘E il duro vento col petto rompea’. Il 7 giugno poi sarà incentrato su ‘Colei che ha molto amato. Maria Maddalena tra arte e letteratura’ con Giovanni Gardini, Jenny Burnazzi e di nuovi Redaelli. Daniele Carnoli guiderà la visita per presentare le opere di Giorgio Vasari, ‘Compianto su Cristo deposto dalla croce’ e ‘Maddalena in meditazione’. "Ho scelto questa figura – rivela Gardini – in parte per gli studi che ho fatto su di lei e in parte per collegarsi alla mostra forlivese. Lungo il corso dei secoli, Maria Maddalena è stata identificata come una donna belle e devota, penitente e sensuale, coraggiosa e appassionata. Numerose leggende ne hanno ampliato la vicenda ispirando, nel tempo, numerosi artisti". Ingresso a 10 euro (posti limitati).

Roberta Bezzi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?