Nuova pedonalizzazione di viale delle Nazioni e spostamento del mercato da via Spalato fanno alzare le barricate a Marina di Ravenna. Nei giorni scorsi, la giunta comunale – accogliendo una specifica richiesta di Confcommercio e Confesercenti preoccupate per la crisi che ha investito bar e ristoranti con l’emergenza coronavirus – ha approvato la pedonalizzazione fino al 30 settembre lungo l’asse di viale delle Nazioni, con orario 18-4. Tra piazza Dora Markus e il bacino pescherecci si terrà, nelle sere del mercoledì e sabato,...

Nuova pedonalizzazione di viale delle Nazioni e spostamento del mercato da via Spalato fanno alzare le barricate a Marina di Ravenna. Nei giorni scorsi, la giunta comunale – accogliendo una specifica richiesta di Confcommercio e Confesercenti preoccupate per la crisi che ha investito bar e ristoranti con l’emergenza coronavirus – ha approvato la pedonalizzazione fino al 30 settembre lungo l’asse di viale delle Nazioni, con orario 18-4. Tra piazza Dora Markus e il bacino pescherecci si terrà, nelle sere del mercoledì e sabato, il mercato degli ambulanti, che lascia così via Spalato.

E qui si innesca una dura lettera di protesta firmata dalla presidente del Consiglio territoriale del Mare Roberta Mingozzi, dal presidente della Pro Loco Marino Moroni e dal presidente del Comitato cittadino, Stefano Gardini.

"Apprendiamo con stupore che è stata approvata dall’amministrazione comunale la delibera per l’istituzione della Ztl estiva su viale delle Nazioni e strade limitrofe nel tratto ‘storico’ in cui si svolgono i mercatini serali" scrivono. "Unitamente è stata approvata come propedeutica allo spostamento del mercato comunale, l’estensione dell’area pedonale anche al tratto di viale delle Nazioni oltre piazza Dora Markus in direzione del Canale Candiano". I tre firmatari si dicono "letteralmente allibiti" che si dia per assodato lo spostamento del mercato comunale in orario serale in viale delle Nazioni, "in quanto su questo punto si era aperta con la cittadinanza ed i suoi rappresentanti un momento di confronto anche a seguito della presentazione di una petizione della cittadinanza che chiedeva ben altro, lo spostamento del mercato comunale nell’originale sede di piazza Marinai d’Italia e via Vecchi".

Le decisioni adottate dalla giunta non sarebbero state discusse con gli organismi del decentramento, dicono. "Abbiamo inviato la lettera perché non ci sembra corretta l’adozione di importanti provvedimenti a nostra insaputa. Chiediamo solo un confronto, nulla più" commenta Moroni.

"Vogliamo dare una risposta alle forti preoccupazioni delle associazioni di categoria" fa presente l’assessore Massimo Cameliani. "La nostra idea è quella di riproporre anche a Marina il modello-centro storico, dove i tavoli in strada di bar e ristoranti stanno avendo successo. Se si vorranno comunque organizzare mercatini di hobbisti si potrà sfruttare il tratto che va dal Caffè del Mare verso viale delle Nazioni". Dal fine settimana bar e ristoranti saranno in regola con tutte le autorizzazioni e potranno posizionare i tavoli su viale delle Nazioni. Dall’8, 10 luglio anche il mercato ambulante si sposterà tra piazza Dora Markus e il bacino pescherecci.

lo. tazz.