Quotidiano Nazionale logo
20 apr 2022

Stradelli off limits alle auto: 500 nuovi posti extra

Per far fronte ai parcheggi sottratti alle aree a ridosso degli stabilimenti sarà ampliato lo scambiatore e creata una nuova zona di sosta

Ampliamento del parcheggio scambiatore all’ingresso di Marina di Ravenna e nuova area di sosta a Punta Marina. In totale circa 500 nuovi posti auto già da quest’anno a disposizione di chi si reca nelle due località balneari. La decisione dell’amministrazione comunale, che investirà circa 200mila euro, è legata al fatto che già quest’anno i lavori per la realizzazione del Parco Marittimo stanno sottraendo parcheggi a ridosso degli stabilimenti balneari. "Il divieto di accesso vero e proprio scatterà in vista della stagione balneare 2023, quando sarà completato il cantiere del primo lotto del Parco Marittimo" spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Federica Del Conte. "Ma già da quest’anno abbiamo deciso di aggiungere 500 nuovi posti auto per compensare quelli che si perdono perché non c’è più continuità nello stradello retrodunale. Il cantiere per accrescere la possibilità di sosta è in partenza e sarà molto rapido". I posti auto che saranno ricavati ampliando il parcheggio scambiatore di Marina di Ravenna saranno 398, serviti dalle navette. Un centinaio quelli resi disponibili in base all’accordo con un privato proprietario di un’area a fianco del Play Park di via delle Americhe, a Punta Marina, da dove gli stabilimenti balneari saranno raggiungibili a piedi. I lavori in corso per il primo stralcio del Parco Marittimo prevedono la riqualificazione ambientale e paesaggistica dell’ampia porzione di litorale che riguarda il sistema delle pinete litoranee di Marina di Ravenna e Punta Marina (fino a piazza Saffi), le dune costiere e tutta la fascia retrostante gli stabilimenti balneari, per una lunghezza complessiva di circa 5 chilometri e un investimento di 6 milioni di euro.

La prima fase dei lavori sugli stradelli terminerà prima dell’avvio della stagione estiva per poi riprendere in autunno. In giugno, luglio e agosto si lavorerà all’interno della pineta, per la pulizia e la piantumazione per non interferire con l’attività balneare. Il completamento del primo stralcio è previsto nei primi mesi del 2023. A proposito di parcheggi necessari per ospitare i mezzi che non potranno più contare sugli stradelli per la sosta, l’amministrazione punta, su Marina, sull’ampliamento del Marchesato (servito con navette) oltre all’aumento dei posti auto nel parcheggio scambiatore di via Trieste. Qui si potrà contare sul servizio di bici a noleggio o di deposito del proprio mezzo a due ruote. Per Punta Marina si sta lavorando per un nuovo ‘scambiatore’ sulla base di un accordo con privati proprietari di aree idonee.

lo.tazz.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?