Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Troppe buche in via Canal Grande "Prima verifiche, poi il ripristino"

L’assessora Barzaglia risponde a un’interrogazione del consigliere di Italia Viva, Alessio Grillini

Strade dissestate, asfalti che cedono formando crepe e buche pericolose. La questione, in particolare su via Canal Grande è stata posta e discussa lunedì sera in consiglio comunale in seguito all’interrogazione del consigliere di Italia Viva Alessio Grillini. "È da tempo che i cittadini della zona e quelli che abitano a monte mi chiamano per segnalarmi i cedimenti e le buche nell’asfalto – ha evidenziato Grillini –. Due anni fa proprio in quella via erano stati eseguiti ‘a macchia di leopardo’ i lavori di riasfaltatura. Lavori i cui costi gravano sulle tasche dei cittadini e che durante l’esecuzione hanno inoltre causato diversi disagi in quanto la strada per un certo periodo di tempo è stata chiusa. A neanche due anni di distanza si sono create buche e addirittura vicino al semaforo l’asfalto si era abbassato di 30 centimetri".

Come rimarcato dall’assessore ai lavori pubblici Milena Barzaglia durante la replica in consiglio comunale nelle scorse settimane erano stati eseguiti "interventi di ripristino provvisorio e messa in sicurezza delle zone maggiormente dissestate con il fine di limitare il materiale distaccato e gli avvallamenti pericolosi". Tuttavia, sempre a quanto riportato dall’assessore "bel corso dei sopralluoghi fatti prima del ripristino si sono rilevate fluorescenze fangose e zone bagnate per le quali è stato richiesto ad Hera un controllo finalizzato a verificare il corretto funzionamento della rete fognaria e di raccolta delle acque". L’obiettivo di tali verifiche consisteva nell’individuazione dei problemi strutturali che hanno causato il cedimento dell’asfalto. "Non sono state riscontrate anomalie – ha proseguito Barzaglia – In questi giorni sono in corso le pulizie delle caditoie (tombini) e delle bocche di lupo lungo tutto il tratto di via Canal Grande che verranno completati entro il 7 maggio. Entro quella data finiranno anche gli approfondimenti necessari per capire le reali cause dei dissesti. Una volta terminate sarà chiesto alle imprese esecutrici il ripristino delle zone ammalorate".

Grillini per quei lavori si era pubblicamente complimentato con il Comune per la celerità della risposta anche se "rimangono dei tratti da sistemare – chiarisce –. E la pista ciclabile si riempie ancora di detriti che rendono pericoloso il transito di ciclisti e pedoni, oltre che delle auto e dei motorini nella strada. È un problema di sicurezza. Tra l’altro è una zona residenziale e non bisogna dimenticare che via Canal Grande è uno dei siti preferiti dai cittadini per praticare attività sportiva all’aria aperta. Purtroppo è un problema diffuso. Anche via Firenze e via Boaria per esempio sono nelle stesse condizioni e sono tutti lavori eseguiti di recente".

Per questo Grillini ha inoltre scritto agli uffici competenti: "Sono fiducioso, oggi (ieri, nda) la ciclabile è stata pulita. Mi piace l’atteggiamento di risposta dell’Amministrazione ma mi piacerebbe anche aprire un confronto serio con i cittadini".

Damiano Ventura

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?