Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Tutti a pesca nel lago del ‘Pertini’ E l’attrezzatura è solo d’epoca

Appuntamento domenica al parco di Cotignola con la gara organizzata dall’associazione ‘Nino Grilli’

I pescatori dell’associazione cotignolese ‘Nino Grilli’
I pescatori dell’associazione cotignolese ‘Nino Grilli’
I pescatori dell’associazione cotignolese ‘Nino Grilli’

Nata sul finire degli anni ’70 dalla passione di Vincenzo Geminiani, che gestiva un negozio di articoli da pesca, e di Nino Grilli, proprietario del bar Sport di Cotignola, l’associazione di pesca sportiva di Cotignola è una delle realtà amatoriali più apprezzate del territorio. Questo sodalizio, con oltre 60 soci, si avvale di un grande laghetto di pesca sportiva nel parco ‘Pertini’ di Cotignola in cui si possono pescare tutto l’anno diverse specie di pesci. E anche quest’anno i dirigenti dell’associazione ‘Nino Grilli’ di Cotignola hanno deciso di dar vita a una gara vintage in omaggio alla storia di questo sodalizio. Domenica si terrà così il 2° Trofeo Marcello Talli al laghetto ‘Pertini’ di Cotignola, gara sociale di pesca alla trota con ritrovo alle 7, 1° turno dalle 7.30 alle 9 e 2° turno dalle 9.45 alle 11.30. "L’idea del trofeo – spiega Stefano Matteucci, consigliere dell’associazione – si deve al nostro presidente Maurizio Tarroni che ha pensato, per una volta all’anno, di tornare al passato pescando con canne e mulinelli antecedenti al 1980. Ma non solo, perché i partecipanti alla competizione devono indossare vestiario d’epoca e utilizzare galleggianti in sughero o penne di istrice o pavone". Il trofeo è intitolato a Marcello Talli, fondatore del laghetto negli anni ’70 e personaggio fondamentale per l’associazione cotignolese.

Si tratta di una gara inusuale alla quale però in tantissimi vogliono partecipare per rispolverare attrezzature del passato, con grande interesse e stupore tra i più giovani. "Lo spirito dei partecipanti – sottolinea Matteucci – è quello giusto, un po’ goliardico, tra il serio e il faceto, che serve però anche per ricordare i vecchi tempi. È utile anche per persone come me nate alla fine degli anni ’70, e che hanno vissuto poco quei tempi, cimentarsi con quel tipo di canne così poco tecnologiche ma piene di fascino". I posti previsti per la gara sono 30 e al primo classificato va un prosciutto, due salami e un formaggio al secondo e al terzo un salame e un formaggio. Inoltre ci saranno premi anche per il pescatore con la canna più vecchia, con il mulinello più vecchio e il vestiario vintage più bello.

Daniele Filippi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?