Le strade europee del vino e della ceramica si intrecciano per implementare l’attrattività turistica del territorio. Protagonisti dell’accordo la Strada europea della ceramica e ‘Iter Vitis, les chemins de la vigne en Europe’, itinerario del Consiglio d’Europa dedicato ai territori e alle città che hanno una identità comune nella produzione vitivinicola e che promuove, anche a livello turistico, le grandi varietà dei territori e dei paesaggi enologici europei. Un protocollo che consentirà di candidare con maggiore forza la Strada Europea della Ceramica ai prossimi bandi europei portando a Faenza risorse e progetti che valorizzino la ceramica e il vino.

Cuore dell’accordo, la promozione tra questi due itinerari culturali, stimolando una progettazione e collaborazione in termini di analisi, creazione di prodotti turistici combinati tra territori confinanti, azioni di valorizzazione del territorio, promozione di un turismo sostenibile e sperimentale.