Andrea Gambi, aveva 64 anni
Andrea Gambi, aveva 64 anni

Ravenna, 25 marzo 2020- Purtroppo Andrea Gambi non ce l’ha fatta. Il direttore generale di Romagna Acque è spirato questo notte all’ospedale di Ravenna, dov’era ricoverato dal 14 marzo dopo essere stato anche lui contagiato dal Coronavirus. Gambi aveva 64 anni.
Il suo caso è legato al focolaio della palestra di Ravenna, dove si sono riscontrati decine di casi. Anche la moglie di Gambi, insegnante in un liceo ravennate, è ricoverata al Santa Maria delle Croci. Lascia um figlio, pure lui ingeggnere.


Laureato in ingegneria nel 1981 all’Università di Bologna, Gambi aveva cominciato la propria carriera all’ Acmar di Ravenna, dove era rimasto fino al 2005. Era quindi passato alla Iter di Lugo, dove era giunto a ricoprire la carica di direttore generale. Aveva quindi svolto attività di consulenza dirigenziale in società collegate alla Federazione delle Cooperative di Ravenna .


A luglio 2012 entrò a Romagna Acque, di cui è stato amministratore delegato fino al dicembre 2017; dal gennaio 2018, vincendo un concorso pubblico della stessa Romagna Acque, ne è diventato direttore generale, uscendo dunque dal Cda di cui era stato membro fin dal suo ingresso in azienda.
"Anche in questi anni – si legge in una nota di Romagna Acque – , Gambi aveva continuato l’attività costante di ricerca e approfondimento su diversi settori dell’ingegneria civile. Uno stimolo legato al suo grande dinamismo e alla curiosità personale, che ha peraltro improntato profondamente anche la crescita dell’azienda: grazie all’intensificarsi di collaborazioni con atenei e con centri di ricerca di prima grandezza, che hanno permesso a Romagna Acque di raggiungere un ruolo sempre più autorevole anche nel complesso dibattito nazionale sulla gestione della risorsa idropotabile. Ne fanno fede le audizioni in Parlamento nell’ambito dell’iter legislativo della legge di riforma della materia, le numerose occasioni in cui Gambi era stato chiamato a relazionare a convegni di carattere nazionale e internazionale, la prestigiosa presenza – assieme al presidente Bernabè – al convegno mondiale dell’Associazione delle Grandi Dighe, in Cina, nel 2016, quando Romagna Acque fu premiata come esempio di integrazione virtuosa fra una diga e il territorio in cui sorge".

Roberto Fagnani , assessore comunale di Ravenna, l’ha ricordato così: "Andrea era una persona solida, competente e lungimirante. Tutte doti che portava avanti con pacatezza e senza cercare le luci della ribalta. Ho avuto modo di apprezzarlo come uomo e come professionista, prima in Acmar, dove siamo stati colleghi per qualche anno e successivamente nel suo ruolo di direttore di Romagna Acque". Anche Mario Mazzotti presidente di Legacoop Romagna ha mandato una nota di cordoglio: "I cooperatori romagnoli piangono la prematura scomparsa dell’ingegnere Andrea Gambi. Professionista specchiato, preparato e competente, Gambi aveva ricoperto importanti incarichi in primarie aziende del movimento ed era molto apprezzato dai cooperatori per la propria capacità di analisi e la lunga esperienza nel settore"