Scatto da via Gardizza, tra Conselice e Giovecca (Scardovi)
Scatto da via Gardizza, tra Conselice e Giovecca (Scardovi)

Provincia di Ravenna, 10 luglio 2019 - Dopo gli intensi fenomeni di ieri, anche questa mattina diverse località della provincia di Ravenna hanno assistito al rapido passaggio dell’annunciata seconda fase di instabilità. Non sono mancate precipitazioni, perlopiù piovose, che hanno interessato in modo particolare la parte settentrionale della provincia e il litorale. Tra le località in cui si è registrato il maggiore accumulo c’è San Romualdo, dove in circa mezz’ora sono caduti 32.5 millimetri di pioggia. Seguono Punta Marina con 31.2 mm, Alfonsine con quasi 24.6 mm, Pinarella con 22.4 mm, Voltana con 21.1 mm, Lido di Classe con 19.6 mm e le campagne a sud di Faenza con quasi 19 mm.

Leggi anche Alberi sradicati in pineta / VIDEO

Gli effetti dell'acquazzone nelle campagne Alfonsinesi (Scardovi)

Lungo la costa gli anemometri hanno registrato raffiche di vento oscillanti intorno ai 50 km chilometri orari. Come previsto sono crollate le temperature con valori massimi che intorno alle 11 erano di 22-23 gradi lungo il litorale, di 19-20 gradi nel Lughese e di 18-19 gradi nel Faentino. Ora assisteremo ad un graduale miglioramento. Domani (giovedì) tornerà a splendere il sole con contestuale aumento delle temperature, le quali però non raggiungeranno i valori dei giorni scorsi e si attesteranno intorno ai 29-30 gradi. Tra sabato e domenica non è da escludere un nuovo passaggio perturbato, con un calo delle temperature che in quel caso sarà più consistente.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  Lu.Sca.