Uno dei pini caduti a Cervia
Uno dei pini caduti a Cervia

Ravenna, 3 agosto 2019 - 3 agosto 2019 - All'improvviso il cielo è diventato nero, e in pochi minuti il sole ha lasciato spazio a grandine, pioggia e vento fortissimo. È la cronaca dell’ennesimo fortunale in quest’estate che alterna caldo soffocante e temporali violenti: verso le 18 tutta la provincia è stata investita dal maltempo.

Le raffiche di vento tra i 70 e i 90 km/h hanno creato danni a macchia di leopardo su tutto il territorio, con tanti alberi e rami caduti sulle strade e, in alcuni casi, anche sulle auto. Diversi disagi hanno interessato l’Adriatica: in particolare all’altezza dell’incrocio col Dismano un danno a un palo del telefono ha portato il filo ad abbassarsi fino all’altezza di due metri e mezzo, sufficiente a far passare le macchine ma non i camion.

L’arrivo sul posto dei tecnici di Telecom avrebbe comportato un’attesa di oltre due ore, motivo per cui i vigili del fuoco hanno tagliato il filo per permettere al traffico di circolare, mentre oggi i tecnici di Telecom provvederanno a riparare il guasto. Disagi anche nella zona di Fosso Ghiaia e della Standiana, dove diversi alberi sono caduti sia sull’Adriatica che sulla via Standiana e i vigili del fuoco hanno lavorato a lungo per liberare le strade. Tra le arterie rimaste bloccate poi c’è anche la Bagnolo Salara a Castiglione di Ravenna, dove un albero è caduto sulla strada all’incirca all’altezza dell’Italsedie. Danni anche nel forese, a Campiano, Santo Stefano e Savarna, per alberi caduti sulle strade.

Tra le zone più colpite quelle dei lidi, dove si sono registrati diversi alberi caduti ma anche alcuni allagamenti, come avvenuto a Lido di Dante e Lido di Savio, lungo viale Romagna, dove è intervenuta anche la polizia locale di Ravenna, al lavoro sul territorio nei punti più critici. I vigili del fuoco hanno poi dovuto liberare dall’acqua anche alcuni sottopassi, scoli, cantine e garage interrati sia a Ravenna che a Cervia. In particolare a Cervia la caduta degli alberi ha reso necessaria la chiusura di un tratto di via G. Di Vittorio in entrambi i sensi, e di viale nullo Baldini su una corsia sola. Diverse strade sono state allagate, come viale Roma e il sottopasso di via Fusconi, mentre via Nazario Sauro a Borgo Marina è stato parzialmente chiuso per l’acqua alta.

Danni e disagi si sono verificati anche in Bassa Romagna, e in particolare nella zona di Masiera e Bagnacavallo, ma anche nella stessa Lugo. A Fusignano allagata via Tasselli. I vigili del fuoco sono intervenuti per diversi alberi caduti, mentre a Bagnacavallo si è verificato un piccolo incendio in un’abitazione causato da un cavo elettrico e risolto in breve tempo dalle squadre dei vigili del fuoco.

Festa della Lega annullata

Il nubifragio ha portato ad annullare, a Milano Marittima, la serata di esordio della festa della Lega Romagna. Avrebbero dovuto aprire le danze dell'evento, che durerà fino al 6 agosto, il ministro Lorenzo Fontana, il capogruppo Riccardo Molinari e il deputato Andrea Crippa. Ma un temporale ha allagato il sottopalco e indotto all'annullamento.

Domani alle 21 è previsto l'intervento in piazza di Matteo Salvini, che nel pomeriggio di oggi si sarebbe allontanato dal Papeete Beach di Milano Marittima, dov'è in vacanza con il figlio, per un impegno privato.