Ravenna, 30 settembre 2021 - C’è anche Ravenna tra i 14 capoluoghi di provincia italiani chiamati al voto per l'elezione diretta del sindaco e il rinnovo del consiglio comunale. Le consultazioni si terranno il 3 e 4 ottobre prossimi: domenica 3 si voterà dalle 7 alle 23, lunedì 4 dalle 7 alle 15. Gli elettori che si troveranno nel seggio alla scadenza dell’orario stabilito saranno comunque ammessi a votare. Lo spoglio inizierà subito dopo la chiusura delle urne. Oltra a Ravenna, le altre città capoluogo al voto sono: Bologna Rimini.

Elezioni Ravenna 2021, si sceglie il sindaco: guida al voto e dati affluenza

Fac simile scheda elettorale per le elezioni comunali di Ravenna

Elezioni comunali 2021, dove e come si vota in Emilia Romagna

Chi sono gli 11 candidati sindaco

Nel capoluogo bizantino è record di candidati alla poltrona di primo cittadino: ben 11, sostenuti da 30 liste. A sfidare il sindaco uscente - ricandidato - Michele De Pascale, sostenuto da centrosinistra e Movimento 5 Stelle ci saranno Filippo Donati, sorretto da Lega, Fratelli d'Italia e liste minori; Alberto Ancarani, spinto da Forza Italia e una lista civica; Veronica Verlicchi per Italexit e civiche; Emanuela Panizza per il Movimento 3V; Matteo Rossini di Riconquistare l'Italia; Alvaro Ancisi, decano del consiglio comunale, sostenuto da Popolo della Famiglia e altri; Alessandro Bongarzone dei Comunisti Uniti; Gianfranco Santini di Potere al Popolo; Mauro Bertolino della lista Alleanza di Centro; il 19enne Lorenzo Ferri per il Partito Comunista.

Come si vota

Ciascun elettore riceverà una sola scheda. Si potrà: 
- tracciare un solo segno sul candidato sindaco: in questo caso il voto viene attribuito solo al candidato sindaco;
- tracciare un solo segno su una delle liste, il voto viene attribuito alla lista e al candidato sindaco collegato a tale lista;
- tracciare un segno sul candidato sindaco e su una delle liste collegate al medesimo candidato sindaco, il voto viene attribuito sia al candidato sindaco sia alla lista;
- esprimere il voto disgiunto, tracciando un segno sul candidato sindaco e un altro segno su una lista non collegata: in questo caso il voto espresso viene attribuito sia al candidato sindaco sia alla lista non collegata;
- esprimere fino a due voti di preferenza per candidati alla carica di consigliere, ma di genere diverso, pena l’annullamento della seconda preferenza.




È eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (il 50% più uno). Se nessun candidato sindaco raggiunge tale soglia si tornerà ai seggi domenica 17 e lunedì 18 ottobre per il ballottaggio tra i due candidati sindaci più votati.

Fac simile della scheda elettorale

Chi può votare

Per le consultazioni amministrative votano gli iscritti nelle liste elettorali che avranno compiuto il 18° anno di età entro domenica 3 ottobre compresa.
Il voto si esercita presentandosi di persona presso la sezione elettorale del comune nelle cui liste si è iscritti.

Per alcune categorie di elettori la legge prevede modalità di voto con procedura speciale: i militari delle forze armate, gli appartenenti a corpi organizzati militarmente per il servizio dello Stato, le forze di polizia e il corpo nazionale dei Vigili del Fuoco possono esercitare il diritto di voto in qualsiasi sezione del comune in cui si trovano per causa di servizio; i componenti dei seggi, i rappresentanti dei partiti o dei gruppi politici presenti in parlamento sono ammessi a votare nella sezione in cui esercitano il loro ufficio; i ricoverati in ospedali o case di cura sono ammessi a votare nel luogo di ricovero; i detenuti ancora in possesso del diritto di voto sono ammessi a esercitarlo nel luogo di reclusione; i marittimi e gli aviatori, impossibilitati a votare nel comune di residenza, possono esercitare il diritto di voto in qualsiasi sezione del comune in cui si trovano per motivi di imbarco.

Tessera elettorale 

Per essere ammessi al voto gli elettori dovranno esibire la tessera elettorale, assieme alla carta di identità o altro documento di identificazione munito di fotografia, rilasciato dalla pubblica amministrazione.

Sulla tessera sono previsti fino a diciotto spazi in ognuno dei quali, in occasione di ogni consultazione elettorale o referendaria, viene apposta, ai fini dell’attestazione dell'avvenuta votazione, la data del referendum ed il bollo della sezione.

In caso di esaurimento dei diciotto spazi destinati all’attestazione dell’avvenuta votazione, deterioramento, smarrimento o furto della tessera, il cittadino deve richiedere un duplicato all’ufficio elettorale. Il rilascio del duplicato della tessera avviene immediatamente.

Si consiglia di verificare in tempo il possesso dei documenti necessari per l’espressione del voto.

Sono previste apposite aperture straordinarie dello sportello unico polifunzionale (ex Anagrafe) di viale Berlinguer 68, con i seguenti orari:
giovedì 30 settembre 8 - 13 e 14,30 - 17,30; venerdì 1 ottobre 8 - 18 (orario continuato); sabato 2 ottobre 8,30 - 18 (orario continuato); domenica 3 ottobre 7 - 23 (orario continuato per tutta la durata delle votazioni); lunedì 4 ottobre 7 - 15 (orario continuato per tutta la durata delle votazioni).
Il servizio straordinario per il rilascio delle carte d'identità è previsto per domenica 3 ottobre dalle 7 alle 18.30.

Voto domiciliare

Gli elettori che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali e quelli affetti da gravissime infermità - tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione con qualsiasi mezzo di trasporto - possono essere ammessi al voto domiciliare. Entro lunedì 13 settembre 2021 l’interessato deve aver trasmesso all’ufficio elettorale una dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto domiciliare.

Dove votare: i seggi

Sulla tessera elettorale gli elettori troveranno indicato il numero e l’indirizzo del seggio dove recarsi a votare. Sfoglia qui sotto l'elenco dei seggi con tutti gli indirizzi.


Qualora, prima delle elezioni, l’elettore riceva un tagliando di aggiornamento da applicare sulla tessera, dovrà recarsi a votare all’indirizzo che risulta dal tagliando. Si consiglia di verificare che l’indirizzo riportato sulla tessera coincida con quello di effettiva residenza. In caso contrario contattare l’ufficio elettorale.

Misure di emergenza Covid-19

Ogni elettore deve rispettare i comportamenti e le regole di prevenzione del contagio da coronavirus.

In particolare, è vietato presentarsi al seggio:  in caso di sintomatologia respiratoria o temperatura corporea superiore a 37.5°C; se si è stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni; se si è stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni.

Tutti gli elettori e ogni altro soggetto che acceda al seggio devono indossare la mascherina e igienizzarsi le mani all’ingresso con gel idroalcolico.

L’accesso agli spazi comuni è contingentato e occorre mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro da altre persone. Gli operatori del seggio dovranno garantire il ricambio dell’aria aprendo spesso le finestre.

Divieto di propaganda

Dalle 00:00 di sabato 2 ottobre a lunedì 4 ottobre 2021 sono vietati i comizi, le riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, le nuove affissioni di stampati e manifesti.
Inoltre, nei giorni della votazione, è vietata ogni forma di propaganda entro il raggio di 200 metri dall’ingresso delle sezioni elettorali.