Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Elezioni 4 marzo, i risultati a Ravenna. Il Pd porta a casa tre poltrone

Eletti Alberto Pagani, Stefano Collina e Marco di Maio. In città testa a testa Pd-M5S. A Russi vola La Lega, traballa Lugo. Vola la Lega anche a Cervia

Ultimo aggiornamento il 5 marzo 2018 alle 15:28
A destra, Alberto Pagani al voto (foto Zani)

Ravenna, 5 marzo 2018 -  Il Pd porta a casa tre poltrone, con Alberto Pagani (col 32,56% per la Camera), Stefano Collina (col 32,5% per il Senato) e Marco di Maio, ma per il Pd (28,67 %) è un'alba difficile anche a Ravenna, dove il Movimento 5 Stelle (27,89%) ha insidiato da vicino il partitone, in un testa a testa finale. Liberi e uguali (4,3%) comunque hanno tolto al Pd quei voti che servivano per mantenere il primo posto come partito.

Alberto Pagani, deputato uscente del Pd cerca di cogliere quello di buono che c'è: "Nel contesto di un risultato elettorale pessimo per il PD, in provincia di Ravenna io e Stefano Collina siamo stati rieletti nei collegi uninominali di Camera e Senato - scrive pagani su Facebook -. Voglio subito ringraziare i dirigenti del Pd locale e tutti i volontari che ci hanno dato una mano, le persone che hanno dedicato un po’ del loro tempo alla campagna elettorale, e coloro che abbiamo incontrato e con cui ci siamo confrontati, e grazie ai quali ci è stata possibile ottenere un risultato elettorale positivo, a differenza da quel che è successo quasi ovunque".

A Faenza alla Camera spoglio finito, (Collegio di Forlì) vince Marco Di Maio (centrosinistra) con il 33,83% e 11472 voti davanti ad Andrea Cintorino (centrodestra) con il 30,69% e 10408 voti. Terza la candidata del Movimento 5 Stelle Annamaria De Bellis con il 25,62%,ovvero a 8688 voti.  Al Senato  il faentino Stefano Collina prende il 34,01% dei voti (Pd 28,87%). Segue Alberghini con il 30,93% (Forza Italia 9,21%, Lega Nord 18,75%, Fratelli d'Italia 3,16%, Noi con l'Italia Udc 0,59%). Ai 5 Stelle  il 24,42%: nel dettaglio Ruffilli prende  il 24,91%. Alessandra Govoni ottiene il 5,05% (Liberi e Uguali 4,96%)“

Cervia è in mano alla Lega: con 29 su 29 sezioni scrutinate nel Senato Massimiliano Alberghini si aggiudica ben il 35,41% dei voti nella città del sale (Forza Italia 11,96%, Lega Nord 20,62%, FdI 2,98%, Noi con l'Italia Udc 0,32%). Stefano Collina è staccato al 29,23% dei voti (Pd 26,39%, +Europa 2,15%, Italia Europa Insieme 0,52%, Civica Popolare Lorenzin 0,42%). Per i % Stelle il 26,91% con Alessandro Ruffilli al il 27,53%. Indietrissimo gli altri: Alessandra Govoni ottiene solo il 3,49% (Liberi e Uguali 3,44%). Alla Camera la Gardin della Lega vola al 36.97% (Lega al 20.52%), Pagani al 29.99 (Pd al 26.87%), Zanforlini al 25.46% (25%), 

A Russi per il Pd è una debacle. Il centrodestra sbanca  sia al Senato che alla Camera. Alla  Camera Samantha Gardin ottiene il 33.59 % (Lega al 20.59%), Zanforlini segue al 28.33%(5 Stelle 27.62%), Pagani si ferma al 27.83% (Pd al 22.69). Alla Camera  Alberghini 33.97% (20,47%), Collina del Pd segue a 27.83% (Pd al 24.38%) e Ruffilli indietro per un soffio con il 27.65% (26.93 Movimento 5 stelle).

Infine anche la vecchia roccaforte rossa Lugo traballa: al  Senato Collina del Pd va al 35.88%&( Pd 32,26%), vicinissimo Alberghini (34.12%, con la Lega al 20%), Ruffilli dei 5 Stelle al 21.95% (5 Stelle 21.52%)

Tutti i risultati in Emilia Romagna e a Ravenna e provincia: Senato - Camera

Tutti i risultati nazionali: Senato - Camera

L'affluenza alle 23 a Ravenna e provincia è del 79.17%, rispetto all'83.26 del 2013

Come funziona il Rosatellum. La legge elettorale spiegata bene

Come i voti diventano seggi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.