Milano Marittima (Ravenna), 31 luglio 2020 - “Se sono preoccupato per la vicenda Open Arms? No, sono felice e tranquillo. Io vado a processo per sequestro di persona. Ma credo che ci sia un atteggiamento criminale di qualcuno che favorisce l’immigrazione clandestina. Non far nulla per fermare gli sbarchi è reato, è favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Quest’anno, in luglio, ci sono stati seimila sbarchi, lo scorso anno poco più di un migliaio”. 

E’ un Matteo Salvini con il volto disteso, leggermente già abbronzato visto che ha appena iniziato i  quattro giorni di vacanza con il figlio a Milano Marittima. Ripartirà lunedì, un giorno prima della fine della Festa della Lega che si apre in piazzale dei Salinari, a Cervia, questa sera. La base è il Papeete, ma nell’era Covid, in versione soft, come la musica che esce dagli altoparlanti. “Figuratevi – dice Salvini - che fino a stanotte mi hanno scritto duecento avvocati offrendosi la tutela legale gratis. Ho pensato di organizzare dei pullman di legali per farli arrivare in Sicilia, ma non ci farebbero entrare in tribunale. Il mio avvocato è Giulia Bongiorno. E mi fa un po’ specie parlare del ‘mio avvocato’ perché in 27 anni di attività politica e amministrativa, non ho mai avuto un problema con la giustizia, a differenza di tanti che mi hanno votato contro in Senato con il dito puntato”. “Contro di me festeggiano i Palamara, i vigliacchi, gli scafisti e chi ha preferito la poltrona alla dignità. Sono orgoglioso di aver difeso l’Italia: lo rifarei e lo rifarò, anche perché solo in questo luglio gli sbarchi sono sei volte quelli dello stesso periodo di un anno fa, con la Lega al governo. Vado avanti, a testa alta e con la coscienza pulita, guarderò tranquillo i miei figli negli occhi perché ho fatto il mio dovere con determinazione e buonsenso”.

Salvini è proiettato verso le elezioni regionali e comunali di settembre: “Oggi alle regionali siamo sotto 5 a 2, vinceremo tanto a poco”. Difficile che questa sera sia  sul palco insieme al presidente della Regione Lombardia, “quel galantuono di Fontana” lo definisce Salvini, che annuncia la sua ricandidatura tra due anni e mezzo perché “i lombardi non si fanno prendere in giro”.

false

Milano Marittima è lenta nel risveglio. Si vedono nuovi turisti in arrivo, valigia alla mano. Le misure antiCovid obbligano al distanziamento, nei locali ci sono meno persone. “Nessuno pensa di fare i concerti di Vasco Rossi, o le ammucchiate a San Siro, si usano tutte le precauzioni. Tenendo conto però che hanno rinnovato uno stato di emergenza senza l’emergenza, e se l’emergenza dobbiamo cercarla, oggi i maggiori focolai sono legati all’immigrazione”, commenta il segretario della Lega. Bar e ristoranti “non so come facciamo  a far quadrare i bilanci con  metà dei clienti. Sono pieni il sabato e la domenica, tutto vuoto fino al giovedì sera”.

Una dedica alla Romagna: “Le faccio i migliori auguri, si rialza dalle tempeste, dalle trombe d’aria, si rialzerà anche dal virus. Sicuramente il terrorismo a reti unificate, non aiuta, perché aver prorogato agli occhi del mondo l’emergenza senza avere l’emergenza non è un bello stimolo a venire in Italia. Danno il bollettino dei morti per il virus a reti unite. Ieri 5 o 6 morti per contagio, ma ieri sono morte 1800 persone tra incidenti stradali, infarti, tumori. Probabilmente a qualcuno conviene raccontarla così. Pur non essendo complottista, sono arrivato alla conclusione che a qualcuno, politicamente ed economicamente, conviene alimentare la paura”.

Battibecco tra vicesindaca pd e Salvini. "Rovini nome della città". "Fatti un bagno" Video

Salvini interverrà domani sera, sabato 1 agosto, alla Festa della Lega che si apre stasera con il presidente Fontana. A dialogare con il segretario leghista saranno Michele Brambilla (direttore di Qn-il Resto del Carlino), Gennaro Sangiuliano  (direttore TG2) e Salvo Sottile (giornalista, conduttore tv e scrittore).

Tra gli altri big da citare il presidente della Regione Friuli, Massimiliano Fedriga, il vice segretario della Lega, Giancarlo Giorgetti, annunciato per lunedì, cambierà data perché interverrà all’inaugurazione del nuovo ponte di Genova. Lunedì sarà il turno, invece, della presidente dell’Umbria Donatella Tesei. Martedì 4 agosto alle 21.45 l’intervento di Luca Zaia, presidente del Veneto.