Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
5 ago 2022
5 ago 2022

Ravenna, l'annuncio di Vasco Errani: "Non mi ricandido"

Il senatore di LeU-Ecosolidali ha affidato a Facebook la sua intenzione in vista delle prossime elezioni politiche

5 ago 2022
Bologna - 08/08/2012 - il Governatore della Regione Emilia Romagna Vasco Errani partecipa ai festeggiamenti per il ritorno della olimpionica Jessica Rossi (Photo by Roberto Serra / Iguana Press)
Vasco Errani
Bologna - 08/08/2012 - il Governatore della Regione Emilia Romagna Vasco Errani partecipa ai festeggiamenti per il ritorno della olimpionica Jessica Rossi (Photo by Roberto Serra / Iguana Press)
Vasco Errani

Ravenna, 5 agosto 2022 - "Ti ricandidi? In questi giorni molte persone, compagni, amici mi hanno chiesto di candidarmi alle prossime elezioni politiche. Questa è la ragione per la quale mi sono preso del tempo per fare un'ulteriore riflessione, ma non ho cambiato idea. Già da tempo, chi mi conosce lo sa, avevo deciso di non ricandidarmi per l'incarico che ho avuto l'onore di ricoprire in questi quattro anni". Così su Facebook il senatore ravennate di LeU-Ecosolidali Vasco Errani che a corredo del post allega un passaggio del brano 'Sempre e per sempre' di De Gregori.

"È una decisione maturata con la consapevolezza di aver impegnato tutta la vita per la politica al servizio della collettività e delle istituzioni - sottolinea Errani - Ho ricevuto molto, moltissimo e ho anche dedicato tanto da quando entrai nel 1983 nel Consiglio Comunale di Ravenna. Non è con animo leggero che confermo questa decisione: resto convinto tuttavia che sia arrivato il momento di terminare questa esperienza". Errani aggiunge che non metterà «in pensione» la sua passione politica e che il suo orizzonte «rimane l'esigenza di costruire una sinistra moderna che abbia nel cuore una Italia giusta e un Mondo in pace con l'ambiente e fra i popoli e con il coraggio di rappresentare prima di tutto chi non ce la fa da solo".

Il suo impegno continuerà a sostegno "della lista Democratici e Progressisti , contro questa destra pericolosa, egoista, iniqua, che porterebbe il Paese a sbattere, e continuerò sempre il mio impegno per la parte che per tutta la vita ho sostenuto. Per un'Italia democratica e antifascista, per la dignità del lavoro e delle persone, per la libertà femminile, per un futuro sostenibile e migliore soprattutto per i giovani".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?