Mantova Ravenna, Smith tra i protagonisti (Foto Zani)
Mantova Ravenna, Smith tra i protagonisti (Foto Zani)

Mantova, 24 febbraio 2019 - L’OraSì perde l’occasione di staccare la Pompea Mantova nella corsa ai playoff, ma gioca comunque una gara di grande intensità alla Grana Padano Arena e soccombe solo dopo un tempo supplementare. Buona la difesa, devastante Smith in attacco (46 punti con 7/9 da 2 e 8/12 da 3), ma troppo blando l’apporto dei compagni. Offensivamente parlando, si salva solo Montano tra i compagni poiché le precentuali degli altri risultano piuttosto basse.

Smith segna lo 0-3 iniziale con una delle tante triple della sua gara, ma subito dopo la Pompea fa 14-0 e mette le prima zampata sul match. Veideman è solido in penetrazione e la difesa ospite fatica a prendergli le misure. Ravenna si tiene in scia con le triple: segna ancora Smith, poi Marino e Montano e alla prima sirena è sotto di 7 (24-17).

Ma è con la difesa che costruisce il controparziale nel secondo periodo. Veideman non trova più penterazioni facili e Morse è completamente neutralizzato dai lunghi romagnoli. Smith continua a colpire dall’arco e impatta la partita sul 26-26, mettendo prima della sirena il canestro del vantaggio (36-38), sempre da distanza siderale.

Dopo l’intervallo l’americano continua nel suo bombardamento personale sulla difesa lombarda e regala il 46-53 ai suoi. Mantova però ottiene una scossa dall’ingresso di Visconti e Poggi, bravi a mettere i canestri del nuovo pareggio (54-54). I ritmi diventano altissimi nell’ultimo periodo. Entra in ritmo anche Vencato da parte Pompea, mentre Smith esce momentaneamente dal gioco da parte romagnola. Sono i punti di Montano allora a tenere viva l’OraSì. Un’OraSì che prima sorpassa con Marino (70-72), poi si fa riprendere da Ghersetti (74-74).

Tutto rimandato all’overtime. Smith illude con due belle iniziative personali, poi solo Pompea. Vencato, Poggi e Veideman rimandano i bianchi di casa a +3 (81-78) poi un’indecisione di Marino e Smith lascia Raspino in campo aperto per il canestro del 83-79.
L’OraSì ci prova fino all’ultimo, ma la difesa mantovana fa buona guardia e arrivano solo due liberi di Smith alla causa giallorossa. Dall’altra parte invece Vencato, Poggi e Ghersetti non sbagliano e regalano alla Pompea la vittoria per 88-81.
 

 

Il tabellino

Pompea Mantova - Orasì Ravenna 88-81 dts

MANTOVA: Poggi 18 (6/6, 1/4), Vencato 7 (2/2), Veideman 21 (6/9, 1/7), Ghersetti 14 (5/8, 0/4), Raspino 9 (3/4, 1/6), Visconti 6 (1/1, 0/4), Morse 8 (2/4), Ferrara (0/2), Metreveli, Albertini ne, Maspero 5 (1/1, 1/2), Guerra ne. All. Finelli.

RAVENNA: Cardillo 6 (2/2, 0/5), Hairston 5 (2/6), Masciadri (0/2, 0/4), Smith 46 (7/9, 8/12), Montano 13 (3/4, 2/4), Gandini 6 (0/1, 1/1), Marino 5 (1/3, 1/6), Rubbini, Jurkatamm (0/2 da 3), Tartamella ne, Baldassi ne, Montigiani ne. All. Mazzon.

Arbitri: Di Toro, Costa, Pellicani

Note - Parziali: 24-17, 36-38, 57-59, 74-74. Uscito per falli Morse (Mn), Gandini (Ra)

Tiri da 2: Mn 26/37, Ra 15/27
Tiri da 3: Mn 4/27, Ra 12/34
Tiri liberi: Mn 24/33, Ra 15/21