L'esultanza
L'esultanza

Ravenna, 17 febbraio 2019 - Dopo la peggiore OraSì della stagione, quella vista a Forlì, la squadra giallorossa mostra il suo lato migliore nel derby con Imola e se lo prende con merito per 87-80. Ottima difesa, circolazione di palla pulita e ordinata e tiratori concreti sono solo alcuni degli ingredienti della vittoria, poiché il resto viene dalla voglia di lottare su ogni pallone e dalla grinta di un gruppo intenzionato ad uscire dal prolungato momento negativo.

Marino sembra il giocatore che mancava a questa OraSì poiché incarna le doti del playmaker puro che mette in ritmo i compagni e si prende la responsabilità di gestire i palloni più caldi, aiutando Smith quindi, ma non solo lui, a rimanere lucido e presentarsi nelle migliori condizioni di colpire quando si rende necessario. Il debutto è positivo, ma ora è tempo di confermarsi.

La cronaca dice di un’OraSì a due velocità, sorniona nel primo tempo, letale nel secondo. Meglio Imola infatti nei primi 20 minuti. Dopo alcune schermaglie iniziali, gli ospiti prendono campo, controllano i rimbalzi e raggiungono anche 11 punti di vantaggio (27-38 al 15’). Sono Simioni, Bowers e Raymond i protagonisti da parte Le Naturelle. Tuttavia l’OraSì non si perde mai d’animo e rimane sempre in linea di galleggiamento. Dapprima sbaglia un po’ troppo nel tiro (1/8), ma dal secondo quarto aggiusta la mira e torna sempre vicina nel punteggio affidandosi alla buona vena dei suoi cannonieri, soprattutto Smith, Montano e Masciadri.

Ma è nel terzo quarto che compie il suo capolavoro. L’attacco di Imola è di quelli forti, ma Cardillo e Gandini chiudono le porte, mentre Hairston cattura rimbalzi e converte le transizioni in punti preziosi. Dal -3 dell’intervallo, l’OraSì passa al + 10 grazie a un parziale di 20-2 che annichilisce gli ospiti: di Smith la tripla del 63-53. Cosicché nel quarto periodo la formazione bizantina non deve fare altro che ricacciare indietro la pur veemente reazione imolese.

Bowers e Raymond ci provano fino all’ultimo regalando interesse a una sfida altrimenti decisa al 35’, quando Montano e Smith confezionano il +16 (80-64).
In un solo colpo quindi l’OraSì si prende i 2 punti, raggiunge Imola a quota 20 e se la mette alle spalle grazie al 2-0 negli scontri diretti.

Il tabellino

OraSì Ravenna 87
Le Naturelle Imola 80


ORASì: Tartamella ne, Hairston 13 (6/12), Smith 27 (4/9, 5/9), Montano 16 (4/4, 2/4), Jurkatamm (0/1 da 3), Cardillo 6 (2/6, 0/4), Marino 6 (3/4, 0/2), Masciadri 12 (1/3, 3/5), Rubbini (0/2 da 3), Gandini 7 (2/3, 0/1), Baldassi ne, Montigiani ne. All. Mazzon.
IMOLA: Ndaw ne, Montanari 3 (1/2 da 3), Crow 2 (1/3, 0/2), Wiltshire ne, Fultz 6 (2/6 da 3), Calabrese ne, Bowers 19 (4/7, 2/5), Rossi 10 (5/7), Simioni 19 (8/11, 1/2), Raymond 14 (1/6, 1/3), Magrini 7 (2/3, 1/4). All. Di Paolantonio.
Arbitri: Boscolo, Nuara, Perocco
Note - Parziali: 19-22, 41-44, 65-57. Uscito per falli Magrini
Tiri da 2: Ra 22/41, Im 21/37
Tiri da 3: Ra 10/28, Im 8/24
Tiri liberi: Ra 13/18, Im 14/19
Spettatori: 2.200