Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
22 lug 2022
22 lug 2022

I Roosters Romagna sognano il titolo italiano

Domani a Firenze il team ravennate-faentino disputerà la finale tricolore della specialità con 9 giocatori contro la formazione dei Bengals Brescia

22 lug 2022
I Roosters sono nati dall’unione tra Ravenna Chiefs e Faenza Broncos
I Roosters sono nati dall’unione tra Ravenna Chiefs e Faenza Broncos
I Roosters sono nati dall’unione tra Ravenna Chiefs e Faenza Broncos
I Roosters sono nati dall’unione tra Ravenna Chiefs e Faenza Broncos
I Roosters sono nati dall’unione tra Ravenna Chiefs e Faenza Broncos
I Roosters sono nati dall’unione tra Ravenna Chiefs e Faenza Broncos

Il sogno è lì, a un passo. Basta afferrarlo con le capaci mani dei Roosters Romagna, la squadra nata dalla collaborazione tra gli storici Ravenna Chiefs e i Broncos Faenza. Infatti domani, sabato, alle 21 al Guelfi Stadium di Firenze, i ravennati sfidano i Bengals Brescia nella XXII edizione del Nine Bowl, la gara che assegna il titolo del campionato a 9 della Fiaf, la Federazione del football americano nostrano. Si affrontano due formazioni ancora imbattute nelle 7 gare stagionali sin qui disputate, tra le 4 della stagione regolare e le 3 dei playoff. I Rooster nella regular season hanno piegato due volte gli Angels Pesaro (28-12 e 20-17), poi i Ravens Imola a tavolino (8-0) e hanno ottenuto una storica vittoria alla mitica ’Lunetta Gamberini’ di Bologna contro i Doves (39-21). In virtù di questi risultati si sono qualificati ai playoff col numero 2, col vantaggio di giocare tutte in casa, in via del Marchesato a Marina di Ravenna, le gare degli spareggi che valevano il titolo.

In successione i romagnoli hanno avuto ragione dei Lanceri Novara (47-13), dei Leoni Basiliano (47-35) nei quarti e, in semifinale, dei campioni in carica dei Pretoriani Roma (26-23) nella più dura delle sfide. Identico il percorso dei lombardi che hanno travolto tutti gli avversari sino all’ostica semifinale contro il numero 1 dei playoff, i Cavaliers Castelfranco, piegati a domicilio 31-24. In precedenza avevano battuto nei quarti gli Hurricanes 35-20 e al primo turno playoff la Legio XIII 61-21.

Insomma sarà una sfida da vivere tutta d’un fiato e sulla carta molto equilibrata. I Roosters sono cresciuti molto durante la stagione: l’obiettivo era ben figurare, ma raggiungere il Nine Bowl è stata certamente un’impresa. Determinante, oltre all’instancabile impegno di coach Eric ’Chumba’ Paci e del suo valido staff, è stata senz’altro la presenza dell’americano Kris Haines, ex wide receiver tra i professionisti della Nfl nelle file di Redskins, Broncos e Buffalo Bills e, soprattutto ex atleta di una delle università di punta del football, Notre Dame. Haines è stato ingaggiato quest’anno dai romagnoli come Quality coach e assistant offensive coordinator: i risultati hanno dimostrato la bontà del lavoro svolto. I Roosters si sono dunque guadagnati, con merito, il biglietto per il Nine Bowl e non hanno nessuna intenzione di fermarsi proprio ora, così vicini al titolo italiano. La compagine ravennate è determinata a riportare il trofeo in Romagna, bissando la vittoria ottenuta nel 2015 dai Ravenna Chiefs, e la presenza in organico di alcuni membri di quello storico risultato potrà sicuramente aiutare i Galletti in termini di esperienza.

Ugo Bentivogli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?