Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
15 mag 2022

Massa, ultimi 90 minuti per sperare nell’impresa

I bianconeri secondi a un punto dalla Comacchiese devono battere lo Sparta e augurarsi che la capolista in casa non superi il Fosso Ghiaia già salvo

15 mag 2022

Con le gare dell’ultima giornata (inizio alle 16.30), cala oggi il sipario sulla ‘regular season’ del campionato di Promozione. La retrocessione del Bagnacavallo, che chiuderà penultimo, e il playout ‘termale’ fra Fratta e Riolo, sono i verdetti già scritti. Ma, le prime 25 partite, non sono state in grado di designare la squadra promossa in Eccellenza, né la griglia dei playoff.

L’ultima giornata – per ragioni diverse e con possibilità differenti – tiene sulla corda le prime 5 squadre della classifica. Per la promozione diretta è un discorso fra Comacchiese e Massa Lombarda divise da un solo punto. Gli estensi, padroni del proprio destino, hanno tutti gli ‘indicatori’ a favore, compreso il fattore campo. Un successo interno contro il Fosso Ghiaia, salvo matematicamente da una settimana grazie al punto casalingo strappato contro il Bagnacavallo, farebbe scattare la festa. Ne è consapevole il Massa Lombarda, che dovrebbe fare bottino pieno a Castel Bolognese e sperare nel ‘suicidio’ della capolista. Ma i bianconeri – privi del capocannoniere Derjai (14), squalificato – si mordono le mani per quel filotto di 3 ko consecutivi che ha caratterizzato la fine del mese di marzo e l’inizio di aprile. Anche solo un pareggio avrebbe quantomeno garantito la prospettiva dello spareggio.

Non dovesse arrivare la promozione, il Massa Lombarda giocherebbe i playoff (che non garantiscono la promozione), accedendo direttamente alla finale, sempre che il margine sulla 5ª (ora +8) non scenda a 6 punti. Va sul velluto la Reno che, col rientrante Fabbi, ma senza Frati, affila le armi per i playout, ospite del Bagnacavallo, privo dello squalificato Ndiaye.

Il campo centrale è il ‘Bruno Neri’ di Faenza, dove si gioca un autentico ‘spareggio’ in chiave playoff. I manfredi (nella foto Missiroli), quinti a 43 punti, ospitano il Mesola dell’ex portiere Calderoni, 4° a 44. La squadra di mister Valdifiori, tornata in corso proprio in extremis col colpo corsaro di Cervia, non può fare calcoli: deve vincere. Solo in caso di successo infatti, scavalcherebbe gli avversari e si guadagnerebbe la semifinale playoff con la Reno. All’andata, il Faenza espugnò Mesola senza Valdifiori in panchina, con una rete di Pioppo, difendendo poi il risultato in 10 contro 11. Rientra Betti da squalifica. Sugli altri campi si gioca per la statistica. Il Cervia ospita il Fratta Terme, e saluta mister Enrico Buonocore che rientra a Ischia. Il Riolo Terme si prepara per i playout ospitando il Solarolo che, a sua volta (Venturelli squalificato), ha già comunicato la separazione da mister Paolo Mariani e dal ds Gianni Benini.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?