Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
8 giu 2022

Olimpia Teodora, arriva Rinieri Resta l’ipotesi di giocare in B1

Nel frattempo è al lavoro anche la Teodora Torrione che a breve dovrebbe annunciare i nomi della rosa

8 giu 2022
Simona Rinieri anni fa con la maglia azzurra
Simona Rinieri anni fa con la maglia azzurra
Simona Rinieri anni fa con la maglia azzurra
Simona Rinieri anni fa con la maglia azzurra
Simona Rinieri anni fa con la maglia azzurra
Simona Rinieri anni fa con la maglia azzurra

Mosse e contromosse nella sfida a distanza fra le due ’anime’ del volley femminile ravennate, dopo il naufragio di un tentativo, peraltro blando, di progetto comune. Riepiloghiamo la situazione: la Teodora Torrione Settore Giovanile ha colto un risultato di prestigio vincendo il campionato di B2, con conseguente promozione in B1. La nuova categoria impone un maggior impegno economico e organizzativo e la società ha provveduto ad avvalersi di Daniele Ricci per la costruzione dell’organico 202223, partito dalla riconferma di Mattia Focchi come primo allenatore e da Dmitry Panchenko (lo scorso anno all’Olimpia Teodora) come vice e preparatore atletico.

A breve dovrebbero essere noti i nomi delle prime giocatrici della rosa, con maggioranza di nuovi acquisti rispetto alle conferme. Dal canto suo l’Olimpia Teodora ha fallito di poco la promozione (anche per il coinvolgimento frequente di alcune atlete nel supporto ad allenamenti e partite della squadra di A2), ma lavora per mantenere unito il gruppo forgiato da Delgado (in partenza), recuperandone i relativi cartellini.

Dopo l’ufficializzazione del ruolo di Ricci sulla sponda Torrione (che dovrebbe esaurirsi nel solo allestimento del team di B1) ecco un altro nome altisonante, un altro pezzo di grande volley ravennate che torna ad avere un ruolo attivo, questa volta sulla sponda Olimpia. Si tratta di Simona Rinieri, 44enne ex schiacciatrice dal formidabile palmares: un titolo mondiale (l’unico conquistato dall’Italia, nel 2002 a Berlino), una Coppa dei Campioni e 390 presenze in Nazionale, giusto per limitarci alla "roba grossa", collezionata in una carriera lunghissima. Simona sarà il riferimento di prestigio dell’Olimpia, con compiti in via di definizione.

Ma le "babies" dell’Olimpia (che hanno assaggiato il campo di A2, oltre a dimostrarsi di alto livello in B2) hanno bisogno di una B1 anche per non cedere al corteggiamento del Torrione, già in possesso della categoria. C’è quindi la concreta ipotesi che l’Olimpia possa reperire sul mercato un altro titolo di B1. "Non ci interesserà né la sfida cittadina, né lottare per qualche punto in più in classifica – commenta il dirigente Olimpia Giuseppe Poggi – ma miriamo a dare alle nostre ragazze l’occasione migliore per completare la loro crescita e costituire la base per progetti futuri più ambiziosi e anche più sostenibili economicamente, grazie ad atlete di casa già pronte".

Già scelto nel bolognese Biagio Marone (lo scorso anno a Mantova) il responsabile tecnico della squadra. "Ho percepito, nel progetto che mi è stato sottoposto, quell’ambizione di far tornare Ravenna un luogo dove si viene per imparare e per crescere, come è sempre stato nella nostra tradizione – commenta Simona Rinieri - lasciando da parte rivalità e orgogli personali – prosegue - si potrà tornare presto ad alto livello. Nello staff ritroverò anche Alessandra Zambelli che, come me, sa mettersi in gioco senza dar troppo peso alle glorie del passato, mettendo in sfide nuove tutta l’esperienza maturata come giocatrice".

Marco Ortolani

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?