Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

OraSì, che peccato: c’è mancato poco

Un’ottima Ravenna a Udine : comanda la partita fino a due minuti dalla fine poi cede. Ma la squadra c’è e chiuderà terza la fase a orologio

Austin Tilghman guida un assalto giallorosso: per lui ieri sera 21 punti (foto Giacomo Lodolo)
Austin Tilghman guida un assalto giallorosso: per lui ieri sera 21 punti (foto Giacomo Lodolo)
Austin Tilghman guida un assalto giallorosso: per lui ieri sera 21 punti (foto Giacomo Lodolo)

Old Wild West Udine

75

OraSì Ravenna

69

UDINE: Esposito 7 (24, 01), Cappelletti 14 (26, 23), Walters 19 (813), Lacey 9 (11, 15), Giuri 8 (12, 25), Pieri ne, Pellegrino 14 (68), Mussini 2 (13, 02), Italiano, Nobile (01), Bertolissi ne, Antonutti 2 (02, 03). All. Boniciolli.

RAVENNA: Denegri 12 (37, 27), Benetti 4 (14 da 3), Tilghman 21 (714, 01), Cinciarini 5 (13, 17), Gazzotti 7 (12, 01), Sullivan 6 (35, 01), Simioni 3 (14 da 3), Martini ne, Berdini 11 (24, 24), Arnaldo (02 da 3). All. Lotesoriere

Arbitri: Catani, Gagno, Pecorella.

Note - Parziali: 17-16, 34-30, 52-54. Usciti per falli: Sullivan, Simioni. Tiri da due: Udine 2140, Ravenna 1735. Tiri da tre: Udine 519, Ravenna 731. Tiri liberi: Udine 1819, Ravenna 1418

L’OraSì accarezza l’idea del colpaccio e tiene in scacco l’Old Wild West per 39 minuti prima di capitolare a causa di un errore banale. Vince Udine 75-69, ma se il clima da playoff è questo, Ravenna è pronta. Nonostante perda Sullivan dopo 24 minuti a causa dei falli, l’OraSì si mostra compatta e risponde colpo su colpo alla prima della classe mostrando una difesa all’altezza di quella friulana.

Udine si affida ai lunghi per scardinare la difesa ospite e Walters ne fa 11 nel solo primo quarto. L’OraSì resta in scia con la fluidità della manovra e i punti di Sullivan e Denegri. Nel secondo quarto, con tre lunghi in campo, la situazione sotto canestro migliora per i romagnoli. Udine controlla i rimbalzi ma non ha vita facile sul pitturato e sulle transizioni c’è Berdini pronto dal perimetro.

Due triple del play e un canestro di Denegri regalano all’OraSì il 21-26 al 14’. La risposta udinese non si fa attendere e Giuri, Walters e Lacey firmano il 34-30. Nel secondo tempo Ravenna perde quasi subito Sullivan, ingenuo a protestare su un fallo appena commesso: tecnico e quinto fallo a carico. Dopo un periodo di sbandamento, dove Esposito e Giuri mandano l’OWW a +9, 48-39, la squadra giallorossa si compatta. Tilghman ritrova smalto e si carica in spalla i suoi, con 6 punti personali per il 50-50.

L’equilibrio resiste fino all’ultimo minuto, con sorpassi e controsorpassi da una parte e dall’altra. Sul 69-69 è ancora Walters a sbloccare la situazione, 71-69. Ravenna è costretta a fare fallo e Cappelletti allunga sul 73-69. Il tempo per tentare qualcosa ci sarebbe, ma a 15 secondi dalla sirena Tilghman regala la rimessa a Lacey e il sogno giallorosso termina bruscamente. Ravenna sarà comunque terza alla fine dell’orologio in virtù degli scontri diretti.

La classifica: Scafati 44, Verona 43, Ravenna 38, Chiusi e Ferrara 34, Cento e Forlì 30, San Severo 28, Latina 24, Eurobasket e Chieti 22, Nardò 16, Stella Azzurra 14, Fabriano 8.

Stefano Pece

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?