Dopo l’anticipo di ieri pomeriggio, che ha visto a Castel Bolognese lo Sparta battere 1-0 il Meldola (gol di Trombetti), oggi (partite alle 14.30) va in scena la 12ª giornata del campionato di Promozione, davvero appassionante nella lotta al vertice, con 5 squadre in 3 punti, caratterizzata da ben 4 derby. Il campo centrale è il ‘Bruno Neri’ di...

Dopo l’anticipo di ieri pomeriggio, che ha visto a Castel Bolognese lo Sparta battere 1-0 il Meldola (gol di Trombetti), oggi (partite alle 14.30) va in scena la 12ª giornata del campionato di Promozione, davvero appassionante nella lotta al vertice, con 5 squadre in 3 punti, caratterizzata da ben 4 derby.

Il campo centrale è il ‘Bruno Neri’ di Faenza, dove i manfredi ospitano la Reno, terza a -2 dalla vetta dopo il colpo grosso piazzato con il successo casalingo nel derby delle Valli contro la capolista Comacchiese. Anche i padroni di casa (4 vittorie e un pareggio nei 5 scontri diretti) si sono rimessi in carreggiata col colpo corsaro di Meldola. L’impressione è che non sarà una partita banale. Così come non lo sarà il testacoda di Riolo Terme, dove arriva il Massa Lombarda, fra le candidate alla promozione diretta. I bianconeri (4 vittorie consecutive con 17 reti segnate e una solo incassata) sono annunciati in forma smagliante. Occhi puntati sul bomber Derjai, capocannoniere del girone E con 8 reti. Obiettivi ‘diversi’, sono quelli per cui scenderanno in campo anche Bagnacavallo e Fosso Ghiaia. I biancorossi hanno racimolato solo 2 punti nelle ultime 6 giornate, scivolando così al terzultimo posto in zona playout. Il Fosso Ghiaia invece, grazie anche alla vittoria sul Cervia, è tornato al successo dopo 5 turni, e ora strizza l’occhio alla zona playoff, che è lontana appena 2 lunghezze. Chiude il menù il match di Milano Marittima. Al ‘Todoli’ uno sfortunato Cervia (con il Fosso Ghiaia avrebbe meritato ben altro che il ko), privo degli squalificati Cialotti, Merloni e Lago, ospita il Solarolo, ovvero una delle formazioni più in forma del momento (6 turni utili di fila) e dotata di una difesa particolarmente arcigna con sole 7 reti al passivo.