Ravenna, blackout fatale Ora è spalle al muro

Priva di Vrankic, l’OraSì lotta e resta a contatto con Casale Monferrato. Ma un parziale di 12-0 a inizio dell’ultimo quarto sancisce il ko giallorosso.

Ravenna, blackout fatale  Ora è spalle al muro
Ravenna, blackout fatale Ora è spalle al muro

Novipiù Monferrato

87

OraSì Ravenna

75

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Sarto 9 (01, 34), Ellis ne, Carver 12 (68), Mele ne, Valentini 4 (14, 01), Formenti 6 (01, 23), Martinoni 22 (1014), Ghirlanda ne, Poom, Leggio 10 (25, 13), Justice 24 (812, 16). All.: Comazzi

ORASÌ RAVENNA: Anthony 18 (614, 14), Giordano, Musso 17 (79, 14), Bartoli 15 (58, 01), Oxilia 8 (44, 01), Onojaife, Giovannelli ne, Petrovic 14 (46, 23), Bonacini 3 (03, 16). All.: Lotesoriere

Arbitri: Ursi – Puccini - Miniati

Note. Parziali: 17-17; 38-33; 60-58. Tiri da 2: Casale: 2745, Ravenna 2644:; Tiri da 3: Casale: 717, Ravenna: 520; Tiri liberi: Casale: 1216, Ravenna: 812; Rimbalzi totali: Casale: 33, Ravenna: 29

Non si sblocca l’OraSì, caduta anche sul campo della Novipiù Monferrato Basket. Un ko che fa molto male e che mette i ravennati con le spalle al muro, costretti a rialzare la testa già dalla prossima giornata per non rischiare la retrocessione diretta. Entrambe le squadre devono rinunciare a due giocatori chiave: l’OraSì a Vrankic, out per una distorsione alla caviglia, e la Novipiù ad Ellis, fermo per un problema al dito di una mano. Parte forte Ravenna imponendo ritmi alti e trovando una buona continuità offensiva tanto da spingersi sul 13-4. La ‘coperta’ romagnola si dimostra però ben presto troppo corta sotto e così Casale Monferrato colpisce soprattutto dal pitturato. I piemontesi rosicchiano punti fino a trovare la parità con Justice allo scadere (17-17). Il copione non cambia anzi, peggiora, perché Casale sotto canestro domina sfruttando i troppi errori da tre dell’OraSì che si intestardisce dall’arco. Nell’altro canestro invece Martinoni detta legge e così i padroni di casa vanno sul 30-26 grazie anche ad una difesa giallorossa da rivedere.

La carica la suona Petrovic con la tripla del 29-30, unico a segnare con continuità insieme ad Oxilia, ma la Novipiù riesce a dare un’altra spallata con i suoi lunghi arrivando all’intervallo avanti 38-33. L’OraSì prova ad aggredire subito gli avversari trovando però soltanto falli (4 commessi nei primi 2’20’’), mentre Casale continua a segnare andando sul 44-35. Il match continua senza sussulti fino a quando Anthony sul 44-50 finalmente si accende iniziando lo show personale. La guardia segna 9 punti consecutivi inaugurando la striscia con un 2+1 portando l’OraSì avanti 53-51: un parziale arrivato grazie anche alla difesa che ritorna ad essere incisiva. La Novipiù risponde subito e chiude il terzo quarto sul 60-58 poi piazza la fuga decisiva, volando sul 70-58. Ravenna prova a reagire, ma la Novipiù è troppo galvanizzata e tocca il massimo vantaggio: 78-61. A chiuderla è Justice con un 22 dalla lunetta per l’85-71 a 1’15’’. Classifica: Chieti 10; Mantova, San Severo, Stella Azzurra Roma, Juvi Cremona e Casale Monferrato 8; Npc Rieti e Ravenna 6. E domenica cè Ravenna-Rieti.

Luca Del Favero