Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
22 mag 2022

Ravenna con un occhio ai playoff Dossena sceglie il turnover

Sfida sul campo del Ghiviborgo (ore 16), ma in palio c’è poco. Mercoledì si comincia con gli spareggi

22 mag 2022
Lorenzo Belli in azione, oggi potrebbe partire titolare (foto Zani)
Lorenzo Belli in azione, oggi potrebbe partire titolare (foto Zani)
Lorenzo Belli in azione, oggi potrebbe partire titolare (foto Zani)
Lorenzo Belli in azione, oggi potrebbe partire titolare (foto Zani)
Lorenzo Belli in azione, oggi potrebbe partire titolare (foto Zani)
Lorenzo Belli in azione, oggi potrebbe partire titolare (foto Zani)

Sul luogo del ‘delitto’, ma con molto meno pathos. Il Ravenna chiude oggi pomeriggio (fischio d’inizio alle 16, stadio ‘Carraia’ di Coreglia Antelminelli; arbitro Leotta di Acireale) le proprie fatiche nella regular season del torneo di serie D, ospite del Ghiviborgo. È l’ultima giornata di campionato, prima della semifinale playoff, che si giocherà già mercoledì, alle 16, al Benelli. Il Ravenna torna sul campo in cui ipotecò la vittoria degli spareggi nazionali del campionato di Eccellenza 2015-16 con Alessandro Marsili in panchina. Era la finale di andata, e i giallorossi vinsero 2-1 in rimonta con le reti di Rispoli (su rigore) e Del Mastio. Al ritorno, poi, i giallorossi replicarono 2-0, liberando la festa al Benelli.

La prospettiva dell’ennesimo trittico di partite in 8 giorni (in caso di accesso alla finale, i giallorossi torneranno in campo infatti domenica, di nuovo al Benelli), ha suggerito al tecnico Andrea Dossena di concedere un riposo supplementare e mirato ai protagonisti della straordinaria cavalcata, fatta di 83 punti e 82 gol segnati. Il Ravenna conoscerà stasera il nome dell’avversario di mercoledì, che potrebbe essere la Correggese (quarta a 57 punti, ospita il Forlì), il Mezzolara (quinto a 56, ospita la Tritium) o il Carpi (sesto a 55, ospita il Seravezza). Il Ghiviborgo, che all’andata al Benelli ci lasciò le penne 3-1, e che in classifica vanta 1 punto di margine sulla zona playout, è nella condizione di essere padrone del proprio destino. Con un successo, la salvezza sarebbe matematica, ai danni del Real Forte Querceta. Il Ravenna è invece reduce dai 2 successi interni consecutivi contro Progresso (5-0) e Borgo San Donnino (2-0). Mister Dossena, che deve rinunciare a Polvani e Campagna, ha dichiarato apertamente fin da domenica scorsa che procederà col turnover per risparmiare i titolari. Rientra Haruna, mentre Grazioli, cioè l’altro acciaccato, ha recuperato e partirà dalla panchina. In ogni caso però non sarà una scampagnata, anche perché i giallorossi, con 82 reti segnate, inseguono il primato ‘all time’ di marcature (83), fatto registrare dalla Sarom Ravenna nel campionato di serie IV del 56-57, quello che portò poi allo ‘scudetto’ di categoria: "È sicuramente stimolante – ha commentato mister Dossena – avere la possibilità di entrare a far parte della storia di una società. Ma c’è anche il piacere di andare in giro per la città e vedere tanti tifosi contenti di averci seguito quest’anno. Ci proveremo in tutti i modi a eguagliare e, magari, anche a superare il record. Sappiamo di aver fatto bene, ma sappiamo anche che ci mancano una o due partite per chiudere il cerchio. La nostra testa è dunque ancora sul manubrio".

Per i bookmaker la sfida odierna è da... interpretare. La vittoria dei padroni di casa va da 2,42 a 4,65. Forbice meno ampia per il pareggio (da 3,50 a 3,75) e anche per la vittoria giallorossa (da 1,52 a 2,43). La probabile formazione: Menegatti; Haruna, Nagy, Antonini Lui, Ercolani; Spinosa, Prati, Angelini; Saporetti, Mendicino, Belli.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?