Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
29 lug 2022
29 lug 2022

Rombaldoni, un azzurro per i Raggisolaris

A 46 anni l’ex nazionale e medaglia d’argento ad Atene 2004 lascia la pallacanestro giocata: sarà team manager di Faenza

29 lug 2022
Da sinistra Luigi Garelli (allenatore), Rodolfo Rombaldoni (team manager), Andrea Baccarini (general manager), Filippo Raggi (presidente)
Da sinistra Luigi Garelli (allenatore), Rodolfo Rombaldoni (team manager), Andrea Baccarini (general manager), Filippo Raggi (presidente)
Da sinistra Luigi Garelli (allenatore), Rodolfo Rombaldoni (team manager), Andrea Baccarini (general manager), Filippo Raggi (presidente)
Da sinistra Luigi Garelli (allenatore), Rodolfo Rombaldoni (team manager), Andrea Baccarini (general manager), Filippo Raggi (presidente)
Da sinistra Luigi Garelli (allenatore), Rodolfo Rombaldoni (team manager), Andrea Baccarini (general manager), Filippo Raggi (presidente)
Da sinistra Luigi Garelli (allenatore), Rodolfo Rombaldoni (team manager), Andrea Baccarini (general manager), Filippo Raggi (presidente)

È un vero e proprio monumento della pallacanestro italiana il nuovo team manager dei Raggisolaris. Per questo delicato ruolo i faentini hanno puntato su Rodolfo Rombaldoni, che a 46 anni lascerà la pallacanestro giocata per ricoprire questo nuovo ruolo.

Dal lato dell’esperienza non poteva esserci una scelta migliore, vista la lunga e vincente carriera terminata ad inizio luglio con la vittoria dell’Europeo Over 45. Rombaldoni è l’ultimo giocatore ad aver abbandonato le scene del gruppo che nel 2004 conquistò la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene, punto più alto raggiunto in una carriera che lo ha visto vincere anche lo scudetto con la Fortitudo Bologna (stagione 200405) e con la Mens Sana Siena (200607), senza dimenticare la sua esperienza in Eurolega e le tante promozioni conquistate. Trasferitosi da diversi anni a Forlì, in Romagna ha prima vinto la serie B nel 201516 con la Pallacanestro 2.015 con Garelli e Vico (entrambi li ritroverà a Faenza) e nelle ultime stagioni ha condotto i Baskers Forlimpopoli dalla serie D alla C Gold. Curioso è che l’idea di scegliere Faenza gli sia arrivata proprio da Simone Pierich, team manager dei Raggisolaris nella scorsa stagione, e ora a Trento in A1.

"Simone ha fatto il mio nome alla dirigenza faentina – spiega Rombaldoni – poi ne ho parlato con Garelli ad un torneo estivo di pallacanestro e successivamente con la società. Sin dal primo incontro con i dirigenti sono rimasto colpito e le impressioni che avevo da esterno sono state confermate. I Raggisolaris sono un club serio, ambizioso e in ascesa, cresciuto anno dopo anno grazie al lavoro, alla programmazione e alla passione: sarà molto stimolante poter dare il mio contributo. Non sono un tipo che parla molto ed infatti ho sempre preferito parlare con i fatti. Mi piacerebbe far passare il messaggio che ognuno in allenamento e in partita deve essere un esempio per gli altri poi fuori dal campo si può e si deve scherzare, ma quando si gioca a pallacanestro bisogna avere la massima serietà sotto tutti i punti di vista e lavorare per far crescere il gruppo. È la stessa filosofia che ha anche Garelli e sono certo che sarà un nostro punto di forza".

L’unica nota agrodolce è che ‘Romba’ dovrà vedere le partite seduto vicino al tavolo degli ufficiali di gara e non più pensare a segnare canestri. "Non nego che ho un po’ di malinconia nel pensare che non giocherò più a pallacanestro e che è finita una bellissima avventura durata molti anni, ma sapevo che prima o poi sarebbe dovuto accadere e la chiamata di Faenza – conclude – è stata l’occasione giusta per iniziare l’esperienza da team manager, lasciando il campo. Voglio ringraziare i Baskers Forlimpopoli che hanno capito molto bene la mia scelta e tra di noi c’è stata sin da subito grande trasparenza".

Luca Del Favero

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?