Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 giu 2022

Sabelli primo rinforzo Grazioli rifiuta la C e resta

Il 25enne centrocampista arriva da Roma. Da definire le posizioni di Lussignoli e Botti, in partenza Nagy. Offerta a Saporetti per rimanere

24 giu 2022
Piergiorgio Sabelli è il primo volto nuovo del Ravenna 2022-23
Piergiorgio Sabelli è il primo volto nuovo del Ravenna 2022-23
Piergiorgio Sabelli è il primo volto nuovo del Ravenna 2022-23
Piergiorgio Sabelli è il primo volto nuovo del Ravenna 2022-23
Piergiorgio Sabelli è il primo volto nuovo del Ravenna 2022-23
Piergiorgio Sabelli è il primo volto nuovo del Ravenna 2022-23

Il 25enne centrocampista Piergiorgio Sabelli è il 1° volto nuovo del Ravenna 2022-23. Il club giallorosso lo ha annunciato ieri mattina, contestualmente al prolungamento dell’accordo col difensore Luca Grazioli. In pratica, il dt Grammatica ha raggiunto due importanti obiettivi di mercato in poche ore. E già oggi potrebbe essere il giorno di un’altra attesa conferma, ovvero quella di D’Orsi. Mezzala destra di ruolo, Sabelli, all’occorrenza, può essere schierato anche mediano o trequartista. Classe ’96, il neo giallorosso, originario della Capitale, è cresciuto nel vivaio del San Cesareo, società che poi lo ha fatto debuttare in serie D a 18 anni. Dopo una stagione da titolare, è passato alla Vis Artena, altra società capitolina, partendo dall’Eccellenza. Al 2° tentativo ha contribuito alla storica promozione in serie D. Due stagioni con la stessa Vis Artena, una al Trastevere e una all’Ostiamare – tutte in serie D e tutte da titolare – sono gli ultimi 4 campionati disputati, peraltro in crescendo. Ora, il grande salto è al Ravenna. Sul fronte delle conferme, dopo quella (importantissima) di Spinosa, è arrivata quella altrettanto importante del diciannovenne Grazioli, anche lui ‘tentato’ dalla serie C (Mantova e Fiorenzuola), ma, anche lui, convinto di sposare nuovamente il progetto a tinte giallorosse: "Come prima esperienza coi ‘grandi’ – ha commentato il terzino di Castiglion delle Stiviere – giocare nel Ravenna è stato un onore. Quando mi è stato prospettata l’ipotesi della conferma, ho voluto pensarci, ma, alla fine, ho deciso di restare. Sono convinto di aver fatto la scelta giusta, anche perché mi sono trovato benissimo con la società e con la piazza". Altri obiettivi rispetto ai giocatori della passata stagione? Il dt Grammatica e il tecnico Serpini stanno facendo qualche ragionamento su Lussignoli e Campagna, ma anche sul portiere Botti, che è rientrato al Brescia e che aspetta le decisioni delle rondinelle in ordine al prolungamento del contratto.

Dovesse ‘allungare’ col Brescia, non è escluso che il Ravenna possa puntare di nuovo su di lui. In partenza, dopo Polvani, anche Antonini Lui, Haruna, Podestà e anche Nagy, che resterebbe volentieri, ma solo con qualche garanzia tecnica in più. Il capitolo Saporetti non registra news. Il club di via della Lirica ha fatto la propria offerta al giocatore, che merita ovviamente di dar seguito alle proprie ambizioni dopo i 30 firmati quest’anno. Al momento però, per non farsi il Ravenna ragiona come se Saporetti non dovesse far parte del progetto 2022-23. Per quanto riguarda il tema del ripescaggio, tutte le 60 società di serie C ‘aventi diritto’ hanno presentato l’iscrizione. Già questa è una notizia, perché esclude l’ipotesi della riammissione, su cui faceva affidamento, ad esempio, la Pistoiese. L’esame della Covisoc (1 luglio) sarà determinante per stabilire se tutte sono in regola. Fino al 6 ci sarà tempo per la regolarizzazione. L’8 luglio è previsto il Consiglio federale della Federcalcio con gli organici.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?