Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

Un Carpi show vince a Ravenna

Impresa dei biancorossi su un campo inviolato da un anno e ora i playoff distano soltanto un punto

L’esultanza di Raffini dopo il gol del 2-0 (Foto Zani)
L’esultanza di Raffini dopo il gol del 2-0 (Foto Zani)
L’esultanza di Raffini dopo il gol del 2-0 (Foto Zani)

ravenna

0

carpi

3

(4-3-3): Botti; Haruna (36’pt Mendicino), Antonini Lui, Nagy, D’Orsi (43’st Ercolani); Lussignoli (20’st Campagna), Prati, Spinosa; Saporetti, Guidone, Belli (1’st Podestà). A disp. Menegatti, Guerra, Andreani, Angelini. All. Dossena. CARPI (4-3-3): Ferretti; Ghizzardi, Boccaccini, Calanca, Montebugnoli; Lordkipanidze (43’st Dipinto), Bolis (20’st Bottalico), Borgarello (35’st Carrasco); Villanova (15’st Aldrovandi), Raffini (30’st Sivilla), Togola. A disp. Lusetti, Uni, Crotti, Vigolo. All. Bagatti.

Arbitro: Viapiana di Catanzaro

Reti: 5’ Bolis, 22’ Raffini, 41’st Sivilla

Note: spettatori 600 circa. Ammoniti Montebugnoli, Ferretti, Prati. Angoli 11-5. Recupero 1’pt e 3’st.

di Davide Setti

Uno squillo sontuoso, di quelli che a nessuno riusciva da un anno. Il Carpi incerottato ma con gli occhi della tigre sbanca con un clamoroso 3-0 il ’Benelli’ di Ravenna, stadio imbattuto da un anno (aprile 2021 ci riuscì il Perugia poi promosso in B) e si rilancia clamorosamente risalendo a -1 dai playoff a 4 gare dalla fine.

Bolis più Borgarello in mediana e Togola nel tridente sono le mosse a sorpresa di Bagatti e nei primi 5’ il Carpi è perfetto. L’ex Bolis pennella l’1-0 con una magia su punizione (procurata da Togola) poi il Ravenna completa la frittata quando sul lancio di Villanova è Antonini Lui che non si accorge dell’uscita del suo portiere e lo beffa alla Fantozzi con un tocco di testa che l’altro ex Raffini accompagna in porta col comodo 2-0. L’assedio ravennate si infiamma alla mezz’ora con la doppia chance per Prati e Haruna (Ferretti super). Dossena vira sul 4-2-4 con Mendicino per Haruna e dopo l’uscita decisiva di Botti su Ghizzardi, un po’ di fortuna accompagna i biancorossi all’intervallo: Ferretti salva su Lussignoli, ma soprattuto Prati in area piccola manda clamorosamente alto. I primi 15’ della ripresa sono pazzeschi. Bolis e Borgarello spaventano il Ravenna, che si divora due palle colossali con Mendicino e Guidone. In mezzo un contropiede succoso 3 contro 3 che Togola non riesce a chiudere in modo vincente. Poi Boccaccini sulla linea dice di no in mischia a Guidone (il Ravenna chiede che la palla sia entrata) e sul ribaltamento Villanova in area salta D’Orsi che lo stende in modo netto, ma Viapiana non fischia il rigore. Bagatti core ai ripari: 5-3-2 con Aldrovandi per Villanova ad alzare la muraglia.

Ferretti è decisivo ancora in uscita su Guidone che poi col destro (27’) chiama il portiere biancorosso a un altro miracolo. I biancorossi, con Bottalico per Bolis, si vedono di tanto in tanto in rimessa, peccato che al 26’ Lordkipanidze non abbia la forza per firmare il tris su servizio di Raffini.

Bagatti mette dentro anche Sivilla e Carrasco per dare forze fresche nei 10’ finali, dove il Ravenna si arrende al cuore di un Carpi che ora crede nei playoff e mercoledì (alle 18) riceve il Rimini capolista.

Classifica. Nell’altra gara Sasso M.-Progresso 1-3. Clas. Rimini 83, Ravenna 77, Lentigione 74, Mezzolara e Correggese 50, Carpi 49, Aglianese 47, Seravezza e Forlì 46, Prato 44, Alcione e Sammaurese * 43, Fanfulla 42, Real Forte 39, Ghiviborgo * 37, Progresso 33, Borgo 32, Bagnolese 31, Sasso M. 30, Tritium 27. Oggi Ghiviborgo-Sammaurese.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?