Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
23 lug 2022

Vico sarà la ’chioccia’ dei Raggisolaris ambiziosi

Sesto giocatore confermato dalla società faentina che non nasconde di puntare a un campionato di vertice, ora l’organico è quasi al completo

23 lug 2022
Sebastian Vico, ala di 37 anni, è il sesto giocatore dei Raggisolaris confermato dalla dirigenza faentina (Tedioli)
Sebastian Vico, ala di 37 anni, è il sesto giocatore dei Raggisolaris confermato dalla dirigenza faentina (Tedioli)
Sebastian Vico, ala di 37 anni, è il sesto giocatore dei Raggisolaris confermato dalla dirigenza faentina (Tedioli)
Sebastian Vico, ala di 37 anni, è il sesto giocatore dei Raggisolaris confermato dalla dirigenza faentina (Tedioli)
Sebastian Vico, ala di 37 anni, è il sesto giocatore dei Raggisolaris confermato dalla dirigenza faentina (Tedioli)
Sebastian Vico, ala di 37 anni, è il sesto giocatore dei Raggisolaris confermato dalla dirigenza faentina (Tedioli)

Nella simbologia dei numeri il 6 rappresenta il punto d’arrivo, l’obiettivo ben definito da raggiungere che per i Raggisolaris significa vivere una stagione da protagonisti. Dando alla simbologia una chiave faentina, 6 sono i giocatori confermati dalla scorsa stagione ed è il numero di maglia di Sebastian Vico, l’ultimo dei protagonisti dell’ultimo campionato ad aver rinnovato. Una conferma di qualità che rende i Raggisolaris sempre più competitivi nel reparto lunghi dove c’è il giusto mix di gioventù ed esperienza.

Vico, unico giocatore ad aver vinto in un anno solare tutti i trofei messi in palio dalla Lnp per la serie B ovvero campionato, Coppa Italia e Supercoppa (è accaduto nel 2021 tra Faenza e Bakery Piacenza), sarà la chioccia del gruppo, una guida in campo, magari riducendo il minutaggio per garantire un apporto di qualità nei momenti chiave. Il reparto esterni dei faentini è davvero di qualità con Voltolini in cabina di regia, Pastore e Vico guardie, Siberna e Petrucci ali piccoli, in attesa dell’ufficializzazione di Paolo Bandini, play classe 2004 che arriverà in prestito dall’Unieuro Forlì.

L’ala 37enne si presenta inoltre alla sua seconda stagione faentina con grandi ambizioni e voglia di riscatto dovuta al fatto di non essere riuscito a giocare gara 4 con Rimini a causa di un problema alla schiena che gli ha fatto terminare la stagione in anticipo.

"Io e la mia famiglia siamo molto felici di essere rimasti – sottolinea Vico – perché a Faenza ci troviamo davvero bene. A livello cestistico credo che aver confermato così tanti giocatori dopo una delle più belle stagioni disputate dalla società sia un ottimo punto di partenza e inoltre al gruppo sono stati aggiunti giocatori di grande livello. La dirigenza ha davvero lavorato bene. Partiamo quindi con la consapevolezza di quello che possiamo dare, che ci è mancato lo scorso anno nei primi mesi della stagione e che abbiamo poi trovato durante l’anno grazie alle vittorie e gli allenamenti. Sono molto contento anche a livello personale di aver rinnovato il contratto, perché per un problema alla schiena non sono riuscito a giocare l’ultima partita di semifinale con Rimini e ho l’amaro in bocca se penso a quello che avremmo potuto fare nei play off senza infortuni. Con queste motivazioni che hanno tutti i giocatori confermati e con l’entusiasmo dei nuovi, credo ci siano le basi per disputare una buona stagione".

Con Vico i giocatori dei Raggisolaris salgono a otto (nel reparto lunghi ci sono Molinaro, Aromando e Poggi) in attesa di Bandini e di un lungo under che possa essere il decimo.

Luca Del Favero

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?