Ravenna, 16 maggio 2018 - Si separano le strade del Porto Robur Costa e di Paul Buchegger, che nella stagione da poco terminata ha rappresentato con la maglia della Bunge una delle sorprese più positive dell’ultima Superlega. L’opposto austriaco finirà probabilmente a Monza, alla corte di Fabio Soli, che già ha accolto il regista Santiago Orduna, e che potrebbe allargare la schiera degli ex con il libero Riccardo Goi.

Bucheggere, nella sua prima partecipazione al massimo campionato italiano, è diventato il secondo marcatore della regular season alle spalle del solo Petkovic della Biosì Indexa Sora e davanti a Nimir Abdelaziz della Revivre Milano. A comunicare la notizia della fine dell’esperienza ravennate dell’opposto austriaco è stato il direttore generale del sodalizio giallorosso, Marco Bonitta:

“Nella giornata di ieri ho incontrato gli agenti di Paul, che mi hanno comunicato la volontà del ragazzo di non voler più giocare a Ravenna. Preso atto della situazione fino a ieri a noi sconosciuta, ribadiamo che noi per prassi non vogliamo trattenere un giocatore contro la sua volontà, cosa successa anche l’anno scorso con Spirito. A Ravenna, infatti, restano solo i giocatori che hanno piacere di vestire questa maglia e difendere i colori della squadra. A questo punto andremo sul mercato per cercare una soluzione in linea con i nostri i progetti della prossima stagione, trovando un sostituto all’altezza in un ruolo molto delicato come quello dell’opposto”.

Nel frattempo, anche il secondo opposto Gutierrez ha fatto le valige, firmando un contratto per gli argentini del Gigantes do Sur. All’opposto caraibico era stato proposto il rinnovo del contratto, a condizione che (d’accordo con la federazione cubana) avesse cambiato ruolo, da opposto a schiacciatore, al fine di avere più opportunità professionali.

Si resta dunque in attesa delle prime ufficializzazioni in ingresso (coach Graziosi sicuro e il regista Saitta fra i papabili, oltre al secondo opposto ceco Smidl). Al momento il Porto Robur Costa resta fermo al rinnovo del contratto di Poglajen, alla partenza di Marechal per i siberiani del Krasnoyarsk e alle voci (anche quella dello schiacciatore Parodi) che vedrebbero in partenza pure il centrale Diamantini, di proprietà di Civitanova, inserito ieri nella lista dei 21 dal ct azzurro Belgini (‘scartato’ invece Raffaelli). Da definire c’è anche la questione dell’abbinamento con la Bunge, il cui accordo è scaduto.