Vernon, Alonso e Ter Horst a muro
Vernon, Alonso e Ter Horst a muro

Ravenna, 16 febbraio 2020 - Troppo forte Perugia, ma la Consar Ravenna rimedia comunque una ottima figura. I giallorossi escono sconfitti 1-3 (21-25, 25-22, 22-25, 19-25) dal match contro la capolista della Superlega e rimediano il tributo del Pala de André al termine di due ore di gioco ad alto livello. Fra i padroni di casa si segnala la prestazione di Vernon. L’opposto canadese ha confezionato uno score di 19 punti col 58% in attacco. Inarrivabile il fuoriclasse cubano Leon che, coi suoi 22 punti, ha guidato gli ospiti alla vittoria. La Consar Ravenna resta comunque al 7° posto in classifica e si prepara ora – dopo la sosta per la final four di Coppa Italia in programma nel prossimo weekend – alle ultime 4 gare di regular season contro Padova, Verona, Vibo e Piacenza, decisive per l’accesso ai playoff scudetto.

Al termine della contesa, coach Marco Bonitta è parso comunque soddisfatto nonostante il ko: "Abbiamo giocato 3 set alla pari con molta pazienza. Perugia ha giocatori che vanno in battuta e sono in grado di piazzare delle serie di servizi consecutivi. Questi ‘filotti’ possono regalare agli avversari anche 3 o 4 punti, e poi si fa fatica a rientrare. Detto questo, forse qualcosina in più si poteva fare, anche se il bicchiere è per trequarti pieno e un quarto vuoto".
 


Il tabellino

CONSAR RAVENNA-SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3
(21-25, 25-22, 22-25, 19-25)


CONSAR RAVENNA: Lavia 18, Cortesia 7, Vernon 19, Ter Horst 8, Grozdanov 3, Saitta 1; Kovacic (L1); Stefani, Alonso 2, Cavuto 1; ne: Ricci Maccarini, Recine, Bortolozzo, Marchini (L2). All. Bonitta.
PERUGIA: Atanasijevic 16, Lanza 11, Russo 8, De Cecco 1, Leon 22, Podrascanin 14; Colaci (L1); Zhukouski 1, Plotnytskyi; ne: Piccinelli (L2), Biglino, Ricci, Hoogendoorn. All. Heynen (squalificato). In panchina Fontana.
Arbitri: Florian e Braico.
Note – Durata set: 29’, 29’, 29’, 27’ per un totale di 1h 54’. Ravenna: bs 16, bv 6, muri 4, errori 9; Perugia: bs 20, bv 8, muri 10, errori 8. Spettatori 2.585 per un incasso di 20.463 euro. Consar col lutto al braccio e minuto di raccoglimento per la scomparsa dell’ex sindaco Fabrizio Matteucci.

La classifica della Superlega a 4 turni dalla conclusione della ‘regular season’: Perugia e Civitanova 51; Modena 46; Trento 41; Milano 36; Padova 25; Ravenna 24; Monza 23; Verona 22; Piacenza 18; Latina 15; Vibo Valentia 12; Sora 5.