Reggio Emilia, 4 aprile 2018 - Una Grissin Bon dai due volti, inguardabile nei primi due quarti, indomita nei secondi venti minuti vede sfumare sul filo di lana una possibile vittoria, che si trasforma purtroppo in un brutto stop sulla strada dei playoff. I biancorossi pagano una prima parte di gara orrenda e un finale dove, forse, arrivano anche un po’ stanchi. Si sente anche la quasi assenza di Della Valle, che gioca pochissimo a causa del riacutizzarsi dei suoi acciacchi. In casa reggiana si salva un ottimo De Vico, coadiuvato a tratti da Cervi e White.

Nella fase iniziale la Grissin Bon fatica ad entrare in partita. Della Valle è asfissiato dalla marcatura bresciana, Chris Wright non incide e Candi è troppo timido; così, ben presto, i lombardi prendono l’abbrivio: prima grazie a una “bomba” di Sacchetti (10-16) poi alle conclusioni di Landry che regalano alla Leonessa il +9 di fine primo quarto. Nel secondo il copione non cambia, la Germani gioca meglio, ferisce il canestro biancorosso con puntualità, e talvolta anche con un po’ di fortuna, approfittando di ogni incertezza della formazione reggiana la quale, tra l’altro, non brilla nemmeno per intensità. Così la truppa di Diana prende il largo, toccando il +16 all’ 8’ (22-38) e arrivando all’intervallo lungo sopra di 16 lunghezze.

Al ritorno sul parquet un buon momento di Reynolds permette ai ragazzi di Menetti di tornare sotto la doppia cifra di svantaggio (35-44) costringendo il tecnico avversario a rifugiarsi in time-out. Dal quale Brescia esce di nuovo aggressiva, riportandosi in breve al massimo margine (35-51). Una fiammata di Markoishvili (due canestri da tre punti di fila) tiene in scia la Pallacanestro Reggiana ed è anche la fiammata che scuote i biancorossi, che finalmente difendono aggressivi e riescono a rientrare in partita grazie al duo Candi-Julian Wright, chiudendo il terzo quarto a -5 mentre il PalaBigi diventa una bolgia.

Sotto la spinta del suo pubblico Cervi e compagni aumentano ulteriormente intensità e aggressività e così, a metà dell’ultimo quarto, ritrovano la parità grazie a un canestro di Chris Wright: 63-63.

Da lì in poi la contesa vive sul filo del rasoio con nessuna delle due compagini che trova l’abbrivio decisivo. Il match si decide nell’ultimo minuto: Julian Wright commette un altro dei numerosi errori della sua partita e Brescia punisce inesorabilmente dalla lunetta prendendosi i punti necessari a chiudere a suo favore la contesa.

Il tabellino

GRISSIN BON: Wright J. 6, Bonacini, Candi 3, Della Valle 2, White 11, Reynolds 5, Markoishvili 11, Wright C. 4, Cervi 11, De Vico 18. All.: Menetti

GERMANI BASKET: Moore 2, Hunt 6, Vitali L. 12, Landry 12, Ortner 13, Traini 7, Vitali M. 10, Moss 4, Sacchetti 9. N.e.: Fall e Mastellari All.: Diana

Arbitri: Enrico Sabetta, Massimiliano Filippini, Guido Federico di Francesco

Parziali: 12-21, 28-42, 50-55

Note: tiri da 3: Grissin Bon 9/24, Germani 7/20; tiri liberi: Reggio Emilia 2/7, Brescia 16/23