Reggio Emilia, 6 febbraio 2018 - Notte magica al PalaBigi. La Grissin Bon al termine di un match intenso e vibrante doma Villeurbanne e conquista una storica qualificazione ai quarti di finale di EuroCup dove affronterà, in una sfida al meglio dei 2 successi su 3, la Fiat Torino o lo Zenit San Pietroburgo. A spezzare l’equilibrio, nel finale dell’ultimo quarto, un meraviglioso e onnipotente Della Valle, che segna 7 punti in fila e dà la spallata definitiva agli avversari. In un match in cui Reggio ha prevalso grazie alla difesa e a una perfetta interpretazione del match da parte dei suoi uomini chiave.

La partita è agonisticamente intensa sin dalla palla a due e si sviluppa su ritmi altissimi, a vantaggio dello spettacolo ma non dell’efficacia delle difese. A metà frazione il tabellone indica assoluta parità: 12-12.

A chiudere il quarto in lieve vantaggio è la Grissin Bon grazie a una bella fase di Julian Wright.

Il secondo parziale viaggia, analogamente al primo, in sostanziale equilibrio, con entrambe le squadre che faticano in attacco, anche per merito delle retroguardie che alzano l’attenzione. Reggio ha buone cose da Chris Wright, Villeurbanne risponde con Slaughter; al 5’ guidano i francesi 24-25.

I padroni di casa provano a dare una spallata tra il 7’ e l’8’ sull’asse Cervi-Della Valle: break di 8-2 e vantaggio interno 32-27. La truppa di Parker è però brava a rintuzzare e con due “bombe” consecutive annulla il gap. Così, all’intervallo lungo, ci si arriva coi transalpini leggermente sopra: 32-33.

Al ritorno sul parquet la Pallacanestro Reggiana è estremamente volitiva e trascinata da Llompart firma un altro piccolo parziale riprendendosi sette lunghezze di margine: 42-35 al 3’. Sul finale del periodo però, complice tre banali errori commessi in serie da Julian Wright, i francesi si riavvicinano, e agli ultimi 10’ ci si arriva con i biancorossi a guidare 54-51.

Quarta frazione che vede la Grissin Bon provare ancora a scappare al 5’ sull’onda di una gran schiacciata di Nevels che doppiata da un canestro del medesimo vale il +9: 63-54. L’Asvel non intende mollare e si rifà sotto in breve, ma un meraviglioso Della Valle segna tre canestri in serie e a un minuto dalla fine riporta i suoi a +5. Gli uomini di Parker sono però duri a morire e dopo una sconsiderata azione di Wright (Julian) e una conclusione dall’arco di Harper, tornano a -2 a 45 secondi dalla sirena. Julian Wright si fa però perdonare segnando un importante libero e recuperando, in collaborazione con l’omonimo Chris, la palla che lancia Llompart in contropiede per il canestro del +5 che chiude la contesa.

 

GRISSIN BON: Wright J. 6, Candi, Della Valle 19, White 4, Reynolds 4, Markoishvili 7, Wright C. 9, Cervi 8, Nevels 6, Llompart 9. N.e.: Mussini e Bonacini. All.: Menetti.

ASVEL: Kahudi 13, Slaughter 10, Lang 3, Noua 5, Nelson 1, Roberson 9, Watkins 10, Lighty 3, Harper 14. N.e.: Briki. All.: Parker

Arbitri: Matej Boltauzer (Slo), Carlos Peruga (Spa), Renaud Geller (Bel)

Parziali: 18-15, 32-33, 54-51

Note: Tiri da 3: Reggio Emilia 5/17, Villeurbanne 6/18; tiri liberi: Grissin Bon 16/20, Asvel: 12/13