Limoges - Grissin Bon

Limoges, 30 gennaio 2018 – Una Grissin Bon a due volti cade in Aquitania in maniera rocambolesca. Dopo un primo tempo dominato dai biancorossi, gli uomini di Menetti hanno quasi disertato la seconda parte di gara, subendo senza reagire la rimonta del Limoges.

L’avvio dell’incontro vede uno scarso ritmo sul parquet, con le squadre a stretto contatto. Dal 12-15, però, la Grissin Bon prende le redini con l’ingresso di Wright e il marchio di fabbrica della zona (4 perse per Limoges) fino al 19-24. Il buon momento biancorosso prosegue fino al +8 (21-29), con Reggio capace di annichilire gli spenti uomini di Milling (apnea è la parola giusta…), che faticano anche a costruire in attacco. Reggio è una squadra, il Limoges è un insieme di giocatori sul parquet. E la Beaublanc lo nota, tanto da fischiare la squadra dopo uno 0/2 ai liberi di Carter sul 27-39... I fischi suscitano una reazione d’orgoglio nei transalpini che, sfruttando Lydeka (7 nel primo tempo) nel pitturato e un gioco da 4 punti di Hayes, si riportano a -2 (39-41), prima che Della Valle segni sulla sirena dell’intervallo lungo.

Al ritorno sul parquet, il Limoges cambia completamente volto con l’esplosione proprio di quel Dru Joyce criticato dopo lo stop a Le Portel di sabato… L’amico d’infanzia di LeBron James ne infila 15 nel solo terzo quarto, firmando il vantaggio per il CSP, che dal 39-43 dell’intervallo arriva addirittura al 47-43 dopo pochi attimi. Reggio, sorpresa dalla rinascita della fenice Limoges soprattutto grazie alla zona 2-3, cade in un nervosismo frenetico che porta all’antisportivo White e al tecnico Llompart (su cui Lydeka aveva commesso fallo…) I ruoli, rispetto al primo tempo, si sono invertiti, e perciò è il CSP a concludere il terzo quarto avanti 63-55. In avvio di ultima frazione, il Limoges scappa sul +11 (71-60), preludio dell’incredibile resa biancorossa dopo un primo tempo pressoché perfetto, salvo il finale di secondo quarto. La squadra di coach Milling amministra la Grissin Bon, contenendo le ultime sfuriate dei singoli giocatori di Menetti. 80-71, e il tabellone della Beaublanc conferma che l'incredibile è successo davvero.

Limoges CSP – Grissin Bon Reggio Emilia 80-71

Parziali: 19-24, 39-43, 63-55

LIMOGES CSP: Joyce 17, Conklin 5, Lydeka 12, Hayes 13, Morency 1, Gibson 5, Carter 12,  Howard 11,  Bouteille 4. Ne Bazille e Eboh. All.Milling.

GRISSIN BON: Mussini 2, Wright 9, Candi 5, Della Valle 18, White 9, Reynolds 9, Markoishvili 3, Cervi, Nevels 11, Llompart 5. All.Menetti

Arbitri: Cortes (Spagna), Vojinovic (Serbia) e Kartal (Turchia).

Note: Tiri da 2 20/30 LI, 20/36 RE; tiri da 3 8/19 LI, 5/19 RE; tl 16/24 LI, 16/ 20 RE; assist  13 LI, 13RE; rimbalzi 33 LI, 23 RE, palle recuperate 6 LI, 8 RE; palle perse 15 LI, 8 RE.