Desio, 29 aprile 2018 - E’ finita. La Grissin Bon, per la prima volta dal ritorno in serie A nel 2012, manca l’accesso ai playoff. A spegnere ogni sogno biancorosso, che comunque sarebbe stato in ogni caso difficile da realizzare, è la sconfitta al PalaDesio contro la Red October Cantù, che proietta la truppa di Sodini all’ottavo posto, al +6 sulla truppa di Menetti a due giornate dal termine.

Reggio è stata in partita, di fatto, per tre quarti, sospinta da un fantastico Della Valle. Ma quando il talento di Alba è, comprensibilmente, calato, non ha trovato compagni in grado di sostituirlo degnamente. Nulla da imputare a Reggio sotto il profilo della volontà e dell’impegno, ma l’energia dei brianzoli è stata decisamente superiore, e testimoniata anche dall’enorme differenza al rimbalzo offensivo, e la vittoria meritata. Per la Pallacanestro Reggiana è quindi già tempo di bilanci e progetti per la prossima annata, e le prossime due gare saranno poco più che amichevoli.

Fin dalla palla a due si gioca a ritmi vertiginosi. Nelle primissime fasi Reggio fa fatica a contenere l’energia dei padroni di casa, sprecando perdipiù parecchio in fase offensiva (4 palle perse in poco più di tre minuti). Registrati i meccanismi però le cose migliorano e a metà frazione i biancorossi mettono la freccia (11-12) grazie a due “bombe” di fila di Della Valle.

Il talento di Alba è scatenato, ma dall’altra parte trova degno emulatore in Culpepper; così il quarto rimane in equilibrio e si conclude sul +1 esterno.

Nel secondo periodo parte bene la Grissin Bon che si spinge sino al +5 (24-29), ma la Red October rintuzza prontamente con un contro parziale di 9-0 riportandosi davanti e costrigendo Menetti a chiamare time-out per contenere l’inerzia brianzola. E’ ancora Della Valle a rimettere in carreggiata i reggiani e a riportare in parità i suoi con la collaborazione di White. Il resto del parziale sfila senza particolari sussulti di punteggio, nel quadro di tante azioni spettacolari, e all’intervallo lungo si perviene in assoluta parità:45-45.

Il ritorno sul parquet è nel segno della Grissin Bon, che piazza un secco 7-0 e si porta in vantaggio 45-52. Sodini richiama all’ordine i suoi e ancora una volta Cantù recupera in breve tempo. Reggio poi si blocca in attacco e finisce sotto di sette lunghezze all’9’ (64-57) arrivando agli ultimi 10’ sul 69-62.

L’inizio dell’ultimo quarto è nel segno di Pedro Llompart che ne segna cinque di fila e prova a dare la scossa ai suoi. Ma Reggio subisce davvero troppo a rimbalzo e non riesce a dare continuità alla sua azione; tuttavia i biancorossi hanno il merito di non mollare a livello caratteriale, ma la volontà non si traduce in canestri e a 4’ dalla sirena la Grissin Bon finisce sotto di 12 (83-71). E’ il break decisivo che capitan Cervi e compagni non sono in grado di ricucire.

RED OCTOBER: Smith 13, Culpepper 21, Cournooh 3, Crosariol 2, Chappell 5, Burns 15, Thomas 19, Ellis 12. N.e.: Maspero e Tassone All.: Sodini

GRISSIN BON: Candi, Della Valle 28, White 11, Reynolds 12, Markoishvili 8, Wright C. 2, Cervi 7, Llompart 7, De Vico 4. N.e.: Cipolla. All.: Menetti

Arbitri: Enrico Sabetta, Alessandro Vicino, Nicola Ranaudo

Parziali: 24-25, 45-45, 69-62

Note: tiri da 3: Red October 6/21, Grissin Bon 10/22; tiri liberi: Cantù 16/22, Reggio 7/10. Uscito per 5 falli: Reynolds.